Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoVibrata, operatori chiedono disinquinamento

Vibrata, operatori chiedono disinquinamento

“Il nostro obiettivo è presentare un territorio pronto ad accogliere turisti con la garanzia di acque pulite e sicure. Invitiamo nuovamente le istituzioni a dare immediata applicazione all’operazione di disinquinamento biotecnologico della foce del Vibrata. Siamo anche disposti a sostenere economicamente i lavori” ha dichiarato il consorzio Costa dei Parchi.

L’arrivo imminente dell’estate mette in apprensione gli operatori turistici della costa teramana che chiedono certezze sul trattamento di disinquinamento biotecnologico del Vibrata che richiede un costo di circa 25 mila euro. L’operazione è stata già fatta nel 2011 e monitorata dall’istituto zooprofilattico con risultati davvero eccellenti. In sostanza si utilizzano biopromotori, cioè una miscela di batteri ed enzimi già presenti in natura e con zero impatto ambientale.

Nei giorni scorsi, l’assessore provinciale all’ambiente Francesco Marconi ha ottenuto consenso durante le riunioni con i Comuni interessati (Martinsicuro e Alba Adriatica), con l’associazione albergatori Albatour e Costa dei Parchi e con la Ruzzo reti. «È fondamentale agire subito per assicurare un ciclo di trattamento completo alle acque de Vibrata. Sicuramente i problemi dell’inquinamento non si risolvono utilizzando i biopromotori prima della stagione. Ma si tratta comunque di una valida soluzione per affrontare l’estate senza preoccupazioni. L’assessore Marconi si è fatto promotore della causa e speriamo vivamente che l’applicazione possa avere tempi brevissimi» hanno dichiarato gli operatori.

Print Friendly, PDF & Email