Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaTerremoto: rinviate a novembre le tasse

Terremoto: rinviate a novembre le tasse


Forse non tutti hanno capito che le “case di Berlusconi” le dovremmo noi pagare con le nostre tasse. Compresa la campagna mediatica…

Il rinvio al primo novembre per la restituzione delle tasse sospese da aprile 2009 a giugno 2010 ai terremotati abruzzesi

 è tra le novità introdotte con il maxiemendamento del governo al decreto Milleproroghe sul quale si vota in serata la fiducia.

Le Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali del Senato, nella seduta di oggi, nel corso dell’esame del decreto milleproroghe, hanno approvato all’unanimita’ un pacchetto di misure per L’Aquila, il cratere e l’Abruzzo. Sono state approvate le seguenti misure che recepiscono numerosi emendamenti dei senatori abruzzesi della maggioranza e dell’opposizione. Nello specifico, l’ulteriore differimento della ripresa del versamento delle tasse al primo novembre, con l’impegno di tutti ad individuare una soluzione definitiva nel corso dell’anno; la proroga degli adempimenti tributari a dicembre 2011; lo stanziamento di cinquanta milioni di euro in tre anni per la bonifica e la reindustrializzazione del sito inquinato di Bussi, con l’impegno ad esaminare nel futuro il riconoscimento di un bonus previdenziale per i lavoratori del polo chimico; misure per potenziare l’organico del personale per L’Aquila e per i piccoli comuni; la proroga degli organi dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio de L’Aquila; la proroga per le tariffe incentivanti del fotovoltaico per gli enti locali della Provincia di L’Aquila; la proroga della cassa integrazione per i lavoratori della FINMEK. “I senatori abruzzesi di maggioranza e opposizione – ha commentato il senatore Fabrizio Di Stefano (Pdl) – esprimono soddisfazione per i risultati conseguiti, a dimostrazione che quando c’e’ collaborazione le ragioni dei territori colpiti dal sisma possono essere meglio tutelate. Resta comunque da parte di tutti l’impegno a proseguire nello sforzo per individuare una soluzione definitiva al problema delle tasse”.
“Grazie al lavoro unitario dei senatori abruzzesi di maggioranza e opposizione, con il mille proroghe sono arrivati risultati positivi per la città dell’Aquila”. Questo il commento del deputato PD Giovanni Lolli dopo l’approvazione del decreto nel passaggio cruciale della Commissione Affari Costituzionali e Bilancio del Senato. Il documento, che lunedì approderà in aula, contiene importanti passaggi per le politiche di gestione della fase post sisma nel territorio aquilano.
“In particolare – ha dichiarato l’onorevole Lolli – il decreto prevede la proroga di 6 mesi per la cassa integrazione dei lavoratori Finmek degli stabilimenti dell’Aquila e di Sulmona, lo stanziamento di risorse, spalmate su tre annualità, per il personale del Comune dell’Aquila, onde far fronte al sopraggiunto carico di lavoro, oltre a ulteriori tre mesi di proroga per la restituzione dei tributi non versati”.
“Resta il problema enorme – ha sottolineato il deputato – legato alla mancanza di copertura finanziaria per la sospensione dei versamenti tributari. Dovremo pertanto batterci affinché, entro il mese di ottobre, il Governo reperisca le risorse necessarie”.
“Al commissario alla Ricostruzione e presidente della Regione Abruzzo Chiodi – ha aggiunto Lolli – vorrei far notare che i parlamentari abruzzesi dei diversi orientamenti politici sanno lavorare insieme e, quando lo fanno, ottengono risultati positivi e concreti. Se lui volesse affidarsi maggiormente al contributo di noi tutti, insieme potremmo raggiungere maggiori obiettivi. Infine – ha concluso l’onorevole Lolli – un ringraziamento particolare va ai cittadini aquilani, ai lavoratori, alle rappresentanze sindacali e sociali, poiché è proprio grazie alla loro mobilitazione che noi, all’interno delle istituzioni, riusciamo a ottenere risultati positivi”.
“Il problema non è risolto, ma è solo spostato di quattro mesi”, ha commentato il senatore Pd Luigi Lusi, annunciando che c’é l’impegno della maggioranza, insieme all’opposizione, di arrivare ad una misura che, per la restituzione delle imposte sospese, stabilisca in via definitiva il rinvio di cinque anni, la rateizzazione su 10 anni e lo sconto del 40%.
“Sul post-terremoto abbiamo ottenuto risultati parziali ma importanti”. Ha detto il senatore abruzzese del Pd Giovanni Legnini. “Abbiamo conseguito questi risultati con un lavoro intenso e certosino al Senato” dice Legnini, “a dimostrazione che l’unica via per affrontare e risolvere gli enormi problemi del post-terremoto e’ quella di una condivisione forte di tutte le forze politiche sulle posizioni da assumere in parlamento e presso il governo, al fine di ottenere le risposte di cui l’Abruzzo ha bisogno, a partire dalla definitiva soluzione della partita delle tasse, che e’ solo rinviata ad ottobre.
Inoltre, il 6 aprile sarà la giornata delle vittime del terremoto dell’Aquila e di tutte le vittime degli eventi sismici e delle calamità naturali che hanno colpito l’Italia. Non sarà una festività ai fini lavorativi. (www.abruzzo24ore.tv)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi