Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, da Imu 7milioni

Teramo, da Imu 7milioni

È Pescara la città abruzzese che maggiormente ha versato i contributi Imu nelle casse dello Stato.
Gli incassi complessivi, stando ai dati diffusi dal ministero dell’Economia, i pescaresi hanno pagato 23,6 milioni di euro, di cui 14,5 andranno nel bilancio comunale, mentre il resto finirà a quello nazionale. Pescara si piazza al 27° posto nella graduatoria italiana.
Seconda è Chieti, con 8,48 milioni: 5,16 incassati dal Comune, 3,32 dallo Stato.
Sul gradino più basso del podio, nonostante i danni al patrimonio edilizio causato dal terremoto, L’Aquila, con 8 milioni di euro. Di questi 4,8 andranno al dissestato bilancio comunale, 3,2 verranno incamerati dal draconiano governo di Mario Monti.
Quarto posto per l’altro capoluogo di provincia (quasi ex), Teramo. I proprietari di case della città del presidente della Regione, Gianni Chiodi, hanno sborsato oltre 7 milioni di euro, così divisi: 4,2 al Comune, 2,8 allo Stato.
In quinta posizione c’è Avezzano (L’Aquila), che ha prelevato 5,68 milioni (3,4 Comune, 2,28 Stato), mentre sesta è Montesilvano: 5,61 milioni (3,16 Comune, 2,45 Stato).
Seguono Lanciano (Chieti), Francavilla al Mare (Chieti), Giulianova (Teramo), Ortona (Chieti), Alba Adriatica (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), San Giovanni Teatino (Chieti), Sulmona (L’Aquila) e Martinsicuro (Teramo), con una netta preponderanza per le località meta del turismo estivo.
Fanalino di coda, con soli 9 mila euro incassati, è il piccolo borgo di Carapelle Calvisio (L’Aquila), che paga anche un tributo al danneggiamento frutto del sisma del 2009. Solo 13 Comuni hanno una performance peggiore: è all’8.079° posto della classifica nazionale.
Poco meglio Montebello sul Sangro (Chieti) e Sant’Eusanio Forconese  (L’Aquila), rispettivamente 8.040° e 8.039° in graduatoria, che portano a casa poco più di 14 mila euro.
Fonte: Abruzzoweb

Print Friendly, PDF & Email