Ultime Notizie
HomeAgeaInfoTeramo, crisi: necessità di rilanciare il protocollo d’intesa Vibrata-Tronto

Teramo, crisi: necessità di rilanciare il protocollo d’intesa Vibrata-Tronto

E’ a Giovanni Legnini, Senatore Pd e Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’Editoria e all’Attuazione del Programma, che si rivolgono i consiglieri regionali Claudio Ruffini e Giuseppe Di Luca (nella foto): “Saranno questi giorni e mesi di duro lavoro, in cui dovrai misurarti con numerose emergenze nazionali e regionali. Come certamente saprai, nella nostra Regione e nella provincia di Teramo, sono tante le urgenze da affrontare ed a cui l’attuale Giunta regionale non ha dato risposta. Non è certo il momento di farti “l’elenco della spesa”, ma proprio perché i problemi sono tanti, vorremmo chiederti di occupartene di uno in particolare”. L’introduzione lascia poi il passo alle richieste: “Ci permettiamo di segnalarti – prosegue la nota – tra le tante priorità che vi sono, la grave crisi che da anni sta interessando la Val Vibrata in provincia di Teramo. Ti chiediamo in nome dell’Abruzzo, di riprendere in considerazione il rilancio del Protocollo d’Intesa Vibrata-Tronto, mettendo la ripresa di quest’area industriale tra le priorità del tuo lavoro al Governo nazionale. Sono ormai trascorsi cinque anni dalla stipula di quel Protocollo e centinaia di aziende e di imprenditori attendono ancora una risposta. Quella che una volta era considerata alla stregua di “una provincia del Nord-Est”, è oggi un deserto fatto di capannoni chiusi, migliaia di disoccupati e cassaintegrati”.
L’occasione viene quindi colta al balzo per attaccare l’amministrazione regionale: “La nostra Regione ha dimenticato quest’area, escludendola anche da una misura specifica nei Fondi Fas 2007/2013, ed ancora non ha fornito la prova concreta di un impegno economico regionale per l’attuazione del Protocollo d’Intesa, cosa che invece ha fatto la Regione Marche. Esiste già un documento di sintesi, coordinato da Abruzzo Sviluppo e dalla Provincia di Teramo, in cui sono elencati iniziative e progetti specifici da attuare anche con il concorso dei privati per il rilancio produttivo dell’area di crisi. Per queste ragioni auspichiamo un tuo forte intervento affinchè la necessaria interlocuzione con il Ministero competente e con il Governo possa condurre l’Abruzzo e la Val Vibrata all’obiettivo che tutti si attendono: il rilancio e la rinascita di una grande area industriale simbolo di un Abruzzo moderno e competitivo”. (www.teramonews.it)

Print Friendly, PDF & Email