Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaSpagna, contro l’austerità aiuti a pmi

Spagna, contro l’austerità aiuti a pmi

Austerità, no grazie. La difficile situazione economica del vecchio continente ha nuovamente portato alla ribalta le discussioni circa la reale efficacia dell’azione restrittiva perpetrata a livello centrale. Vi avevamo parlato del giudizio di Paul Krugman, noto economista statunitense, sul contesto italiano e europeo; negli ultimi giorni invece arrivano nuove proposte dallaSpagna per rilanciare l’economia e dare respiro alle piccole e medie imprese..

L’obiettivo fondamentale è riportare il tasso occupazionale a livelli meno tragici. Mario Draghi, presidente della Bce, ha confermato come la disoccupazione si divenuta ormai una ‘vera tragedia’. In Spagna il numero di lavoratori a spasso raggiunge quasi il 26%, cifra non accettabile per un paese che si voglia definire economicamente sviluppato. A preoccupare sono soprattutto i cosiddetti rassegnati, persone che oltre a non trovare impiego hanno anche perso le speranze di conseguirne uno.

AGEVOLAZIONI FISCALI Ma come si fa a riportare la situazione in equilibrio? Rajoy  lancia il progetto giovani. L’attuale presidente del Partito Popolare propone una completa rivisitazione dei contratti part-time e un netto alleggerimento degli oneri sociali per le imprese che assumono under 30. Nello specifico, le aziende con più di 250 dipendenti che prenderanno in carico forza lavoro ‘verde’ potranno godere di un abbattimento del 75%, beneficio che si alza addirittura al 100% per le imprese più piccole.

PMI FONDAMENTALI Le proposte sono sicuramente interessanti e appetibili anche per l’Italia. Come ben noto, il tessuto produttivo del Bel Paese è costituito quasi esclusivamente da piccole e medie imprese. Il profondo credit crunch nazionale e internazionale sta soffocando le realtà più piccole: non è difficile comprendere come un allentamento della tenaglia fiscale possa in parte compensare le difficoltà congiunturali, dando agli imprenditori nuovi margini di manovra. Sarebbe però fondamentale che le agevolazioni riguardino non solo i nuovi arrivi ma anche i soggetti già in attività.

NO PAY, NO IVA Mano tesa anche in caso di mancati pagamenti. Mariano Rajoy infatti vuole approvare un particolare regime Iva che consenta alle PMI (società con fatturato inferiore ai due milioni di euro) l’esonero dal versamento dell’imposta sul valore aggiunto nel caso in cui le relative fatture non siano state saldate. Le novità dovrebbero trovare attuazione dal prossimo anno. Ricordiamo che anche in Italia è possibile ricorrere al regime di Iva per cassa, che nella sostanza ricalca le idee iberiche appena proposte in tema di liquidazione Iva.

I cugini spagnoli sembrano aver capitolo la lezione e almeno sulla carta guardano al futuro con aria positiva, pur consapevoli della profonda crisi che ancora oggi attanaglia il paese. Addio lacrime e sangue, spazio al rilancio e alla crescita: forse anche l’Italia dovrebbe iniziare a rifletterci.

Print Friendly, PDF & Email