Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoRoseto. Viabilità, realizzazione Variante alla Statale 16 Adriatica: il pensiero del Comitato Città per Vivere

Roseto. Viabilità, realizzazione Variante alla Statale 16 Adriatica: il pensiero del Comitato Città per Vivere

La Variante alla Statale 16 Adriatica, quale circonvallazione al centro abitato di Roseto degli Abruzzi è urbanisticamente inserita nel Piano Nazionale e Regionale di Grande viabilità e dichiarata dalla Regione Abruzzo e dall’ANAS “opera di interesse prioritario”.

Che cosa ha impedito all’ANAS e al Comune di Roseto di procedere alla realizzazione dell’opera, che sin dagli anni ’50 è stata sempre considerata “la soluzione definitiva” del problema del traffico pesante e veicolare all’interno del centro abitato di Roseto Capoluogo e della Frazione di Cologna Spiaggia, ad integrazione e completamento del “Corridoio Adriatico e Ciclabile”?.

Il Comitato è “indignato” dal negligente silenzio del Sindaco di Roseto Enio Pavone, e richiama ancora una volta la rilevanza straordinaria del fatto che gli “effetti moltiplicatori” di una importante opera pubblica di Grande Viabilità come la Variante, che, è opportuno ricordare, prevede investimenti netti e immediati per oltre 150 milioni di euro, creeranno incentivi alla crescita economica della nostra comunità e daranno concretezza, e non soltanto parole al vento, allo sviluppo di una particolare tipologia di occupazione “stabile e sicura” nel corso dei prossimi anni, con positive ripercussioni nei settori artigianali, commerciali e dell’indotto.

Per questo, desta ancora di più sconcerto e seria preoccupazione che il Sindaco di Roseto e l’intero Consiglio Comunale, impegnati un questi giorni proprio sul fronte della tutela occupazionale delle Industrie Rolli e, nella crisi in atto, per il mantenimento dei livelli di reddito e dei salari di tanrissime famiglie di lavoratori, impiegati e tecnici, non abbia chiesto al al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi di inserire la Variante alla Statale 16 Adriatica nell’ambito del “Piano sblocca Italia”, affinché sia la Regione Abruzzo che l’ANAS possano mettere in atto le procedure per la indizione della gara di appalto di evidenza europea e l’assegnazione dei lavori nell’ambito del completamento del tratto della medesima variante alla Statale 16 proveniente da Pescara, e dove è stata da anni interrotta ed ancora oggi “bloccata” e incompleta a monte del Cimitero di Montesilvano.

Il Comitato Città per Vivere, come sempre in spirito di collaborazione e nel rispetto di tutte le Istituzioni pubbliche, chiede, questa volta con fermezza, al Comune di Roseto e all’ANAS di “tirare fuori” il progetto esecutivo già approvato e finanziato in via definitiva nell’ormai lontano 1992 e rimasto inspiegabilmente “nascosto” nei cassetti dei vari uffici e sfuggito dalle mani e dal controllo dei vari responsabili del procedimento.

Per questo, il Comitato invita con forza il Presidente del Consiglio Comunale Nicola Di Marco ed il Sindaco Enio Pavone, di informare nel merito la cittadinanza di Roseto attraverso la convocazione in tempi brevissimi di una specifica seduta del Consiglio Comunale con l’intervento dei soggetti “attuatori” e, vista la urgenza, del nuovo Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso nonché con delega di Assessore alle Infrastrutture ed ai Trasporti e già funzionario e dirigente dell’ANAS nel periodo di approvazione e finanziamento della Variante alla Statale 16 da parte degli allora Ministri dei Lavori Pubblici Prandini e Merloni.

Per il Comitato Città per Vivere

Pio Rapagnà – ex Parlamentare

 

Print Friendly, PDF & Email

Tags

Condividi