Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Nel 2013 ventiduemila richieste di aiuto dai disagiati della stazione

Pescara. Nel 2013 ventiduemila richieste di aiuto dai disagiati della stazione

All’ Help Center di Pescara, nel 2013, sono state quasi 22.000 le richieste di aiuto. Per 4.387 di queste e’ stato necessario avviare e intraprendere un vero e proprio percorso di recupero, mentre negli altri casi e’ bastato l’immediato intervento dell’operatore. Gli utenti abituali sono stati 375, di cui 129 sono nuovi: 76% uomini e 24% donne. Il dato emerge dal Rapporto Annuale 2013 dell’ONDS – Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarieta’ nelle Stazioni italiane – promosso da Ferrovie dello Stato Italiane e ANCI, presentato oggi a Roma. Nel 2013, negli Help Center italiani sono stati effettuati oltre 215.000 interventi di assistenza rivolti a circa 25.000 persone emarginate, di queste circa la meta’ sono “nuovi utenti”, ossia persone che si sono rivolte ai servizi dei centri per la prima volta proprio nel 2013 a testimonianza dell’enorme ricambio di persone disagiate che transitano nelle stazioni. Il 70% dell’utenza e’ rappresentato da stranieri, anche se la percentuale di italiani e’ progressivamente in aumento. Circa la meta’ delle persone in difficolta’ che si sono rivolte ai Centri hanno un’eta’ compresa fra 18 e i 40 anni, in particolare piu’ del 30% tra i 30 e i 49 anni. Impressionano i dati giornalieri relativi al 2013: le porte degli Help Center si sono aperte in media 725 volte al giorno, solo a Pescara 83. L’Osservatorio gestisce una rete di 14 Help Center in altrettante stazioni ferroviarie nelle maggiori citta’ del Paese. Gli Help Center sono sportelli/antenna della rete di solidarieta’ cittadina concessi in comodato d’uso gratuito (18.000 metri quadri) da Ferrovie dello Stato Italiane e finanziati dagli Enti locali e il Terzo Settore con lo scopo di avvicinare e ascoltare le persone in difficolta’ e indirizzarle verso le strutture dedicate presenti sul territorio, dove poter avviare percorsi personalizzati di recupero e inserimento sociale. Per il progetto dell’Osservatorio, le Ferrovie dello Stato Italiane sono state premiate nel 2008 con il Sodalitas Social Awards, importante riconoscimento internazionale assegnato ogni anno ai migliori progetti di responsabilita’ sociale. Il rapporto e’ realizzato anche grazie all’ausilio di Anthology, la nuova piattaforma informatica che interconnette i centri dell’ONDS, vincitrice del Sodalitas Social Innovation Award nel 2012. Il rapporto e’ disponibile in versione digitale su www.fsitaliane.it e www.onds.it.

Print Friendly, PDF & Email