Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Crisi Caripe, i dipendenti in assemblea chiedono l’intervento di Regione e Comune

Pescara. Crisi Caripe, i dipendenti in assemblea chiedono l’intervento di Regione e Comune

Il commissariamento del gruppo Tercas-Caripe deve essere affrontato da Regione Abruzzo e dal Comune di Pescara. Il rischio secondo i sindacati, non è solo per i posti di lavoro, ma anche per il sistema economico regionale. Questa la sintesi dell’assemblea di ieri dei dipendenti della banca Caripe dopo quella dei lavoratori della Tercas della settimana scorsa, a poco più di un anno dal commissariamento della Banca d’Italia del gruppo formato dagli istituti di credito di Pescara e di Teramo. Nella sala del Museo delle Genti d’Abruzzo erano presenti centinaia dei 1.250 dipendenti totali. Il problema di fondo per i lavoratori è il silenzio dei vertici aziendali su quelli che potranno essere gli scenari futuri. All’orizzonte c’è una ricapitalizzazione da quasi 250 milioni di euro senza la quale Tercas e Caripe difficilmente potranno andare avanti. All’assemblea di ieri presenti anche la Fisa (federazione italiana bancari assicurativi) Cisl e la Fisac (federazione italiana assicurazione credito) Cgil con il segretario provinciale della Csil Umberto Coccia e quello regionale della Cgil Gianni Di Cesare.

Print Friendly, PDF & Email