Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraPescara. Ance: primo semestre 2016, la P.A. paga tardi il 79% delle imprese

Pescara. Ance: primo semestre 2016, la P.A. paga tardi il 79% delle imprese

L’analisi dell’Ance sul primo semestre 2016 dice che il 79% delle imprese di costruzioni registra ancora ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Le ripercussioni sono sotto gli occhi di tutti: ridimensionamento dell’attività d’impresa, riduzione degli investimenti, riduzione del numero dei dipendenti per circa 1/3 delle aziende. I numeri sono freschi freschi, diramati proprio oggi.
Dunque, i tempi medi di pagamento della Pubblica Amministrazione alle imprese del settore continuano a superare i limiti fissati dalla direttiva europea: le imprese che realizzano lavori pubblici sono pagate mediamente dopo 168 giorni, vale a dire 5 mesi e mezzo dopo l’emissione degli Stati di Avanzamento Lavori (SAL), contro i 60 giorni previsti dalla normativa.
E dire che in questi ultimi due anni c’era stata un’interruzione nel trend di discesa dei tempi medi di pagamento rispetto ai picchi osservati fino al 2014…

Stando ai dati, quindi, sarebbero circa 8 i miliardi di euro incagliati nel ritardo di pagamento dei lavori pubblici: a nulla sono valse, almeno fino ad oggi, le misure contenute nella Legge di stabilità, nonché il superamento del Patto di stabilità interno per gli enti locali.
Anche qui i dati parlano chiaro: l’85% delle imprese segnala di avere subito almeno una prassi gravemente iniqua da parte della P.A. nel primo semestre 2016, (rinvio dell’emissione del SAL o della fattura, richiesta di accettazione di tempi superiori alla normativa e/o di rinuncia agli interessi di mora in caso di ritardo).
Dopo tre anni, il rispetto della direttiva europea sui ritardi di pagamento (direttiva 2011/07/UE) appare ancora molto lontano.
E’ questa la strategia del Governo per il rilancio degli investimenti pubblici?

Marco Sciarra
Presidente Ance Pescara

Print Friendly, PDF & Email