Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaOfficina L’Aquila, Pozzi Ginori, Bizzaro: innovazione e risparmio per una ricostruzione sostenibile

Officina L’Aquila, Pozzi Ginori, Bizzaro: innovazione e risparmio per una ricostruzione sostenibile

Nel mare magnum della produzione sanitaria che oggi mette sul mercato un numero indefinito di aziende e prodotti, distinguere un pezzo ceramico di qualità è difficile anche per gli addetti ai lavori. Officina L’Aquila 2014 ha fatto una selezione per il consumatore scegliendo tra i marchi più prestigiosi e, per i sanitari da bagno, chiaramente ha identificato un nome storico, Pozzi-Ginori” – dice Ivano Bizzaro, Direttore Generale di Pozzi-Ginori – cui gli aquilani sono affezionati da sempre, alcuni hanno in casa pezzi che ormai sono da museo, tanto è storicizzato il rapporto di fiducia sul territorio”. pozziginori

Quali sono le condizioni di favore che Pozzi-Ginori ha sottoscritto per L’Aquila?

Pozzi-Ginori ha esteso la garanzia a 5 anni: un fatto importantissimo se si considera quanto sta accadendo all’Aquila, cioè che molti lavori hanno dovuto essere rifatti una seconda volta a spese del committente che si è trovato sia a riacquistare i materiali che a pagarne di nuovo la posa in opera.

Anche per quanto riguarda l’assistenza ci siamo impegnati a prestare servizi aggiuntivi: addirittura siamo presenti prima ancora della vendita, dalle fasi del cantiere fino alla vita inoltrata del prodotto. Per questo abbiamo stabilito un fitto calendario di incontri di formazione con i tecnici delle imprese e con i progettisti grazie ai quali riusciremo ad “osservare” la vita dei nostri pezzi ceramici fin dal momento in cui vengono scelti, quindi molto prima della fase post vendita come avviene normalmente. I prodotti sono disponibili in una gamma che va dalla serie basica  fino a quella di design firmata dall’architetto Antonio Citterio, uno dei designer più importanti al mondo.

Oltre ai sanitari, la produzione Pozzi-Ginori comprende una gamma di mobili da bagno coordinati con i relativi box doccia che offrono soluzioni bagno complete per tutte le esigenze e per tutte le tasche.

Questa dinamica dissuaderà dall’acquisto di prodotti scadenti?

Si perché, automaticamente, chi acquista sarà portato ad orientarsi su un marchio che ha oltre 250 anni di storia, in ragione della sua alta qualità a un prezzo convenzionato;in questo modo siamo certi di proteggere il mercato dall’ingresso di materiali e manufatti di dubbia provenienza e realizzazione. E’ evidente che chi acquista pezzi ceramici senza marchio intende speculare, e il risparmio del momento si rivelerà un costo altissimo in un momento successivo.

Portate prodotti specifici per la ricostruzione?

Oggi, uno dei problemi sui quali bisogna concentrare le risorse è il risparmio dell’acqua e su questo occorre prestare attenzione: molti dei nostri prodotti sono certificati per poter scaricare a partire da 4,5 litri di acqua contro i 6 litri necessari con altri tecnologicamente meno evoluti, un risparmio del 30% ad ogni scarico che si traduce in circa 12mila litri di acqua risparmiati ogni anno per ciascuna famiglia. Non è solo una questione di portafoglio ma un impegno etico, visto che in Italia a differenza del Nord Europa viene usata l’acqua potabile per lo scarico mentre nel mondo ci sono migliaia di bambini che muoiono per la mancanza di acqua.

Per questo, quando si acquista un sanitario è sempre meglio richiedere la Dichiarazione di Prestazione (Dop) obbligatoria dal 1 luglio 2013, bollini apposti sui pezzi ceramici o indicazioni sui cataloghi non sono regolari in quanto non attestano che i prodotti sono certificati e testati.

Innovazioni di cui gli aquilani potranno avvantaggiarsi?

Il vaso senza brida Rimfree (la brida è il bordo dal quale fuoriesce l’acqua per lo scarico nel water, dove si accumulano sporcizia e calcaree ndr): è un’innovazione rivoluzionaria per l’igiene, per ora presente in 3 serie: Mago, Fast e Metrica. Si tratta del risultato di anni di ricerca del Centro Ricerca e Sviluppo della nostra capogruppo Sanitec, già testato con successo nel Nord Europa, e lanciato nel 2013 sul mercato italiano dove sta riscuotendo notevole apprezzamento.

Per toccare con mano il design, la qualità e le soluzioni tecnologiche finalizzate al risparmio dell’acqua l’appuntamento – come da tradizione, visto che abbiamo esposto fin dalla prima edizione – è al IV Salone della Ricostruzione dell’’Aquila dal 2 al 5 aprile.

Print Friendly, PDF & Email