Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraMontesilvano. Filovia, Comune incontra Gtm e Balfour Betty

Montesilvano. Filovia, Comune incontra Gtm e Balfour Betty

Fare il punto della situazione in merito ai lavori della filovia lungo la Strada Parco che interesseranno il territorio di Montesilvano. Con questo obiettivo l’assessore Paolo Cilli e il dirigente ai Lavori Pubblici, Gianfranco Niccolo’ hanno incontrato lunedì mattina i tecnici della Gtm e della Balfour Betty, impresa appaltatrice. Nel corso dell’incontro che si e’ svolto nella sala Giunta di Palazzo di Citta’, sono state analizzate le barriere architettoniche presenti in particolare in prossimita’ delle fermate di Filo’, gli attraversamenti pedonali, quelli carrabili e l’illuminazione pubblica lungo tutto il tracciato. “Abbiamo richiesto – ha affermato l’assessore Cilli – un quadro dettagliato di tutti gli attraversamenti pedonali lungo Strada Parco, per comprendere se dovranno esserne inseriti di nuovi. Il punto sul quale abbiamo insistito maggiormente e’ l’eliminazione delle barriere architettoniche. Cercheremo di studiare un progetto cosi’ da abbattere sia quelle presenti in prossimita’ delle fermate del filobus, la cui eliminazione e’ di competenza della Gtm e della Balfour Betty che quelle di accesso alla strada Parco”. Il 20 settembre riaprira’ il cantiere. I lavori interesseranno il tracciato lungo la strada Parco da Pescara, nel tratto antistante Le Naiadi sino a Montesilvano all’altezza di via Marinelli. La ditta provvedera’ allo smantellamento del manto stradale e contestualmente alle opere di tesatura dei cavi elettrici per l’alimentazione dei filobus, la cui sperimentazione dovrebbe iniziare gia’ da gennaio. “Saranno possibili dei disagi alla circolazione – ha proseguito Cilli – soprattutto nel momento in cui i lavori interesseranno gli incroci con le altre arterie stradali della citta’. Provvederemo a tenere informata la cittadinanza sull’evoluzione del cantiere e su eventuali modifiche della circolazione, ma faremo in modo di adottare sensi unici alternati cosi’ da non chiudere totalmente interi tratti stradali”.

Print Friendly, PDF & Email

Tags

Condividi