Ultime Notizie
HomeTutte le agenziePescaraMontesilvano, è caos su gettoni ad azienda speciale

Montesilvano, è caos su gettoni ad azienda speciale

 E’ polemica, da parte di Rifondazione comunista, nei confronti dell’amministrazione comunale di Montesilvano (Pescara), guidata da Attilio Di Mattia. In una nota Corrado Di Sante fa notare il dietro-front del Comune in merito all’azzeramento dei compensi destinati al Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale per i servizi sociali. “Il 17 luglio scorso – dice Di Sante – la Commissione Statuto voto’ all’unanimita’ per l’azzeramento dei compensi destinati al Cda su proposta del Consigliere IdV Enea D’Alonzo ma due mesi dopo e’ passata una delibera che fissa il compenso a 40 euro lordi a seduta per il Presidente (con un tetto massimo annuo di 4000 euro) e a 25 euro lordi di gettone a seduta per i 4 consiglieri di amministrazione (con un tetto massimo di 3000 euro). La maggioranza che sostiene Di Mattia, – fa notare Di Sante -si e’ rimangiata il provvedimento con voto favorevole dei gruppi di Pd, Essere Montesilvano, Udc, Sinistra Unita (SEL-PDCI), Montesilvano Bene Comune e dello stesso sindaco, con l’astensione dell’Idv e il voto contrario dell’opposizione. In sostanza la delibera riduce di soli 1.000 euro il compenso annuo massimo destinato al Presidente (da 5000 a 4000) di soli 500 euro annui quello destinato ai 4 consiglieri (da 3500 a 3000) e poco conta che sia stato dimezzato il compenso per singola seduta. Quello che conta e’ il massimale annuo. Si poteva dare un serio segnale di discontinuita’ rispetto alla giunta Cordoma e cosi’ non e’ stato” – conclude Di Sante.

Print Friendly, PDF & Email