Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Turismo, Confcommercio: ora basta chiacchiere, facciamo squadra

L’Aquila. Turismo, Confcommercio: ora basta chiacchiere, facciamo squadra

Il puntuale e qualificato REPORT presentato ieri dal CRESA sul turismo in Abruzzo oltre che mettere in evidenza dati preziosi per chi opera nel settore, merita alcune riflessioni alla luce degli evidenti spazi di miglioramento del settore turistico per l’Abruzzo e per la nostra Provincia. Gli spunti che lo studio elaborato dal Centro di Ricerche del Sistema Camerale Abruzzese ci induce e per certi versi ci obbliga, ad orientare gli sforzi da parte di tutte le parti sociali ed economiche a fare fronte comune per affrontare le difficoltà esistenti ed anche per cogliere le opportunità che esistono e che finora abbiamo colto marginalmente di un comparto economico strategico per il nostro territorio nel quale, peraltro, la disoccupazione registra a causa della perdurante crisi, dati da brivido noti ormai a tutti. Allora le domande che ci poniamo sono queste: cosa aspettiamo per metterci tutti e tutti insieme al lavoro, con lo spirito costruttivo che la situazione richiede, anzi, impone? Cosa ci impedisce di mettere finalmente da parte ogni e qualsiasi polemica che ci allontana dal predisporre insieme un progetto serio, comune e condiviso da tutti? Vogliamo continuare a parlare di turismo o vogliamo iniziare davvero a voltare pagina e scrivere un nuovo libro, a immaginare prima e realizzare poi insieme una nuova stagione concreta e laboriosa che consenta a L’Aquila ed all’Abruzzo intero di fare un salto di qualità in un comparto economico che su 100 euro incassati ne fa restare 80 sul territorio? Possiamo lasciare migliaia di giovani disoccupati della nostra terra senza prospettive e senza speranza perché non siamo capaci di fare squadra e disegnare strategie, pur in presenza di chiare opportunità che non siamo capaci di cogliere? Vogliamo che anche le nostre montagne possano come in ormai tutto il territorio nazionale, partecipare a questa sfida stimolante, magari trovando un giusto e sereno equilibrio tra tutela e valorizzazione ai fini turistici o preferiamo continuare le litanie improduttive che per decenni hanno caratterizzato il nostro passato? E tutto questo anche in presenza, da quanto sembra, di fondi disponibili? Noi diciamo SI a fare presto ed a fare bene SQUADRA ed elaborare una ROTTA, una strategia comune e, proprio per questo invitiamo senza più indugio il Sistema Camerale Abruzzese ad indire SUBITO, come sosteniamo da tempo, la CONVOCAZIONE DEGLI STATI GENERALI DEL TURISMO ABRUZZESE, per non perdere tempo prezioso.

Non ce lo possiamo più permettere.

Print Friendly, PDF & Email