Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Sanità, inaugurato hospice cure palliative ex Onpi

L’Aquila. Sanità, inaugurato hospice cure palliative ex Onpi

Una struttura della Asl 1 Abruzzo, per malati inguaribili, che consente ai familiari di stare accanto ai propri cari e di dare loro tutto l’affetto di cui hanno bisogno, in un clima il piu’ vicino possibile all’ambiente della propria casa. E’ l’hospice per cure palliative (che comprende 2 ambulatori per la terapia del dolore), inaugurato oggi, all’Aquila, nei locali ex Onpi di proprieta’ del Comune. Presenti, tra gli altri, il Presidente della Regione, Gianni Chiodi, il Manager Asl Giancarlo Silveri e il sindaco Massimo Cialente. L’attivazione dell’hospice e’ frutto di un accordo tra Comune e Asl. Nel centro per cure palliative, diretto dal dottor Franco Marinangeli, il malato fruisce di assistenza medica nell’arco delle 12 ore e di carattere infermieristico nelle 24 ore. Nell’hospice, tuttavia, non vi sono solo camici bianchi, per alleviare le sofferenze del degente, ma anche e soprattutto persone appartenenti alla cerchia affettiva piu’ intima, cioe’ i familiari. La struttura di l’Aquila, peraltro, si aggiunge a quella gia’ attivata a Pescina, nell’agosto 2013, dall’Azienda sanitaria provinciale. Il nuovo servizio Asl di L’Aquila dispone di 12 posti letto (di cui uno pediatrico) e di 2 medici, oltre al dr. Marinangeli che ne e’ responsabile. 6 sono gli infermieri. La struttura per cure palliative puo’ contare su un’alta qualita’ alberghiera, con stanze di degenza dedicate, adeguati servizi igienici (compresi bagni per disabili), e televisori. La riproduzione dell’ambiente familiare e’ completato dall’allestimento di una cucina che anche i parenti dei malati possono, eventualmente, utilizzare per preparare cibi. All’hospice il malato puo’ accedere tramite il proprio medico di famiglia oppure direttamente dall’ospedale se vi e’ gia’ ricoverato. Importante l’attivita’ assicurata nel corso della settimana dai 2 ambulatori per la terapia del dolore, ricompresi nell’hospice, che assicurano prestazioni di cui possono beneficiare anche soggetti esterni, cioe’ non ricoverati nella struttura. Tra l’altro nel nuovo Centro Asl dell’ex Onpi si svolge anche un’attivita’ di formazione universitaria, poiche’ viene frequentato da studenti dell’Ateneo e specializzandi che costruiscono cosi’ gradualmente il proprio bagaglio professionale. L’hospice e’ a meta’ strada tra Territorio e Ospedale: un contesto pensato per offrire un ambiente quanto piu’ possibile simile a quello familiare.

Print Friendly, PDF & Email