Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione. Saint-Gobain: autosufficienza energetica non più sogno per pochi

L’Aquila, Salone Ricostruzione. Saint-Gobain: autosufficienza energetica non più sogno per pochi

“Oggi non solo le nostre abitazioni sono in grado consumare meno, ma possono – e devono – produrre più energia di quanta ne consumino in un anno”. A parlare è l’ingegnere Ruggero Ricci-Mingani, responsabile Promozione Tecnica di Saint-Gobain Italia. “Noi possiamo dimostrare che questo è oggi possibile. Lo abbiamo fatto. Non si tratta solo di ipotesi teoriche, di progetti avveniristici, ma di realizzazioni concrete, di edifici che sono stati costruiti. Questo vogliamo che la gente sappia, che molte di quelle tecnologie di cui sentono parlare solo dalle riviste di settore in realtà sono già applicabili e applicate. Esiste un edificio completamente autosufficiente, che abbiamo realizzato vicino a Milano. Si chiama Habitat Lab, si trova a Corsico. Verremo a presentarlo al Salone della Ricostruzione di quest’anno, per dare testimonianza di modi diversi, moderni, sicuri, efficienti, in cui si può edificare ex novo, ri-edificare o anche solo ristrutturare un’abitazione, un ufficio o una struttura industriale”.

Come è fatto un edificio autosufficiente?

Habitat Lab, che sta per ottenere il certificato Leed, nasce da una ristrutturazione di 700 mq dell’area industriale già esistente, che è stata interamente riqualificata e alla quale sono stati aggiunti 500 mq di nuova costruzione. E’ stato progettato per garantire le massime prestazioni di sostenibilità ed è stato realizzato con le più innovative soluzioni dei diversi marchi del gruppo operanti nel settore delle costruzioni. Gli obiettivi erano – e sono: risparmio energetico, abbattimento delle emissioni inquinanti, massimo comfort abitativo. Habitat Lab è un edificio a consumo zero. Dispone di un impianto fotovoltaico per la generazione in loco di energia necessaria al suo funzionamento: rinnovabile, pulita e a costo zero. E’ stato pensato per essere autonomo dal punto di vista energetico grazie all’isolamento termico a cappotto, agli interventi sull’involucro e sui tetti con l’uso di isolanti minerali di nuova generazione, di lastre in gesso rivestito, di vetri altamente performanti. Ha 20 cm di involucro a cappotto “weber.therm comfort”, è stato usato un isolante minerale G3, che è a base di vetro riciclato, ha 10 cm di isolamento in controparete. Ha tripli vetri a controllo solare, che schermano il 75 % del calore, isolamento in copertura di 39 cm con Isover SuperBac Roofine, una finitura superficiale con membrane ad alto indice di riflettanza solare… e molti altri dettagli tecnici, che saremo felici di illustrare al Salone. A partire dalla tecnologia Activ’ air di Gyproc che ci permette di purificare gli ambienti eliminando fino a al 70 % della formaldeide presente, fino alle innovazioni che riguardano l’acustica o anche l’estetica. Ci sono vetri dotati di un interruttore che li opacizza, impianti per l’evacuazione delle acque piovane, forniti da PAm, che garantiscono una facciata completamente libera da gronde…Il comfort acustico è garantito e l’illuminazione degli ambienti è resa ottimale non solo con un uso sapiente della luce naturale, ottenuta con attenzione all’orientamento dell’edificio, ma anche con l’impiego delle vetrate tecnologiche Saint-Gobain Glass. Abbiamo usato dei vetri innovativi, “elettrocromici” che cambiano di colore a seconda dell’intensità luminosa e dell’irraggiamento solare, il che garantisce non solo il massimo comfort visivo, ma anche un significativo risparmio energetico.

Quali prodotti presenterete al Salone 2013?

Presenteremo i sistemi a secco Habito, pensati proprio per l’edilizia residenziale. Particolarmente leggeri, resilienti, che non gravano la struttura. Possono essere utilizzati per divisori interni ma anche fra unità abitative adiacenti. O per i tamponamenti a secco delle strutture. Si possono dotare dell’innovativa tecnologia “activ’air” per garantire la qualità dell’aria degli ambienti ed hanno un eccezionale livello di isolamento acustico (58 e più decibel di isolamento). Poi ovviamente porteremo “weber.therm robusto”, il sistema di isolamento termico per gli esterni particolarmente adatto alle temperature aquilane. Un cappotto, ma con caratteristiche innovative e altamente performanti: finitura superficiale con rete metallica, sistema di fissaggi brevettati che non grava sul pannello isolante, che quindi può essere scelto in base alle proprietà termiche, cioè ottimizzato indipendentemente dalle proprietà meccaniche. Inoltre può essere finito con intonaco tradizionale sul quale si può scegliere di applicare la finitura preferita tra quelle tradizionali italiane, non solo quella classica richiesta dai cappotti che si usano di solito.

“Creare e costruire innovazione” è un atout importante per Saint-Gobain.

Il 32% del nostro fatturato è legato ai prodotti e alle soluzioni per l’efficienza energetica in edilizia. Noi crediamo fermamente che lo sviluppo sostenibile e l’innovazione costituiscano delle potenti leve per migliorare le attività e i risultati. Anche per questo abbiamo costruito Habitat Lab, per farne una sorta di “edificio laboratorio”, una vera e propria “macchina architettonica” che consenta di rilevare in tempo reale le prestazioni in termini di consumi, qualità abitativa degli ambienti, riduzione delle emissioni inquinanti. Lo abbiamo messo a disposizione di enti e università interessati a sviluppare con Saint-Gobain la ricerca di nuovi materiali e soluzioni costruttive performanti. In sinergia con gli altri cinque centri di formazione Saint-Gobain in Italia, Habitat Lab è anche un centro di formazione per progettisti e applicatori che qui si possono incontrare per apprendere la teoria e le tecniche dei nuovi modelli costruttivi del futuro.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi