Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione. Il sindaco Cialente di nuovo con la fascia tricolore dopo il voto al Senato

L’Aquila, Salone Ricostruzione. Il sindaco Cialente di nuovo con la fascia tricolore dopo il voto al Senato

Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente ha indossato nuovamente la fascia tricolore dopo il provvedimento votato al Senato riguardante il miliardo e duecento milioni di euro per L’Aquila. «Indosso nuovamente la fascia», spiega, «per il provvedimento votato al Senato. Perché vogliamo guardarlo con ottimismo. In città la ricostruzione sta partendo, quella che è urgente è la ricostruzione sociale, per questo inviterò le forze economiche cittadine a contribuirvi con un fondo di solidarietà che possa aiutarci a liberare L’Aquila dagli spettri che fino ad oggi non le hanno consentito di avere un futuro».

All’assessore provinciale alla Mobilità Guido Liris, che ha parlato di unione dei fronti, ha apprezzato Cialente con la fascia: «Rivedere Cialente con la fascia è un messaggio importante per tutta la città, rivedere una bandiera sul Comune e la fascia sono messaggi positivi – ha affermato Guido Liris, assessore provinciale alla Mobilità dell’Aquila – Ma in quanto istituzioni dobbiamo verificare ogni singolo passo avanti nel percorso di ricostruzione, perché la madre di tutte le battaglie sarà avere la garanzia di un miliardo l’anno fino al 2018. Avere la certezza che la città rinasca».

Auspicio sentito anche dall’Ance Nazionale: «È un auspicio forte», ha detto Angelo De Cesare, vice presidente, «tutta la categoria si deve muovere per fare in modo che succeda. Un altro auspicio forte è che tutta la categoria possa finalmente a tornare a muoversi nel cantiere che L’Aquila sarà, perché c’è bisogno di rinascita sociale e questa sarà possibilke quando tornerà anche la città”. Non la città com’era, ma L’Aquila dov’era e in chiave smart city, così dicono i giovani dell’Ance Abruzzo per bocca di Federico De Cesare: “La città deve rinascere in tempi brevi, anche se a ben guardare sarà difficile, proprio per questo tale processo deve investire e riguardare soprattutto noi giovani. Spero che L’Aquila diventi un modello come Berlino, una felice fusione fra antico e moderno, la ricostruzione è una grande opportunità che ciò accada». Un invito all’azione è anche quello che auspica il vice presidente del consiglio regionale Giorgio De Matteis: «Speriamo che si chiuda il folklore e si passi alla possibilità reale. La richiesta aquilana era condivisibile, ripristinare il meccanismo cassa depositi e prestiti che funziona per l’Emilia Romagna. Serve un impegno serio per avere una ricostruzione seria ed efficace».

Print Friendly, PDF & Email