Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione. Grohe: la ricostruzione sostenibile deve passare dal risparmio delle risorse

L’Aquila, Salone Ricostruzione. Grohe: la ricostruzione sostenibile deve passare dal risparmio delle risorse

“Siamo per la terza volta al Salone della Ricostruzione dell’Aquila perché abbiamo fatto della sostenibilità ambientale la nostra bandiera, perché crediamo che la ricostruzione di questa splendida città secondo i criteri dell’edilizia sostenibile e del risparmio delle risorse è un’occasione per dimostrare che un nuovo modello di economia e di società è possibile”. Andrea Martelli è Responsabile Trade Marketing di Grohe Italia. “Siamo partner di Green Building Council Italia, sostenitori del sistema LEED per certificare la sostenibilità di un edificio. Siamo all’Aquila anche per questo: per aiutare i progettisti a conoscere LEED e le imprese ad acquisire crediti che le renderanno più competitive sul piano internazionale”.

C’è forse ancora qualcuno che lascia aperto inutilmente il rubinetto facendo scorrere litri e litri d‘acqua per lavarsi i denti? Oggi abbiamo sviluppato una maggiore consapevolezza verso questo elemento preziosissimo che è l’acqua. Solo il 3% dell‘acqua presente sulla Terra è potabile. Un approccio consapevole, l’uso parsimonioso dell‘energia e la salvaguardia delle risorse per GROHE rappresentano non soltanto una sfida, ma un piacere e un impegno. Abbiamo scelto di investire ed esercitare la nostra creatività su questi temi, per sviluppare TECNOLOGIE SOSTENIBILI. E’ una promessa che manteniamo in una gamma vastissima di prodotti che assicurano TUTTI un uso razionale dell’acqua e dell’energia, evitano sprechi e garantiscono il massimo comfort. La maggior parte dei nostri miscelatori e sistemi doccia integrano funzioni per la riduzione della portata d’acqua, mentre altri – come ad esempio le manopole doccia Rainshower® e le piastre di azionamento WC dual-flush – consentono di decidere quanta acqua utilizzare. Perché ora possiamo scegliere.

Oltre ad essere ecologico e rispettoso dell’ambiente, il risparmio idrico si traduce in risparmio economico?

Certamente. Ogni anno una famiglia di 4 persone utilizza circa il 68% dell‘acqua in bagno. E’ logico quindi pensare che se si scelgono rubinetterie a risparmio idrico è possibile ridurre notevolmente i COMSUMI. Grohe ha una gamma di rubinetti speciali, che grazie al controllo elettronico, erogano l’acqua solo quando è necessario. A seconda del modello, il miscelatore interrompe il flusso d’acqua quando l’utilizzatore allontana le mani, ad esempio per insaponarle, oppure dopo un tempo preimpostato. Inoltre, se è vero che circa i 2/3 dei consumi di acqua in ambiente domestico dipendono dai sistemi di sciacquo presenti nelle nostre case, noi abbiamo pensato a sistemi di sciacquo a basso consumo di acqua che grazie alla tecnologia dual flush consentono di risparmiare sino al 50% di acqua. Ma non basta. Perché abbiamo lavorato a tecnologie che permettono anche notevoli RISPARMI ENERGETICI. E’ il caso del miscelatore termostatico, oggi elemento essenziale di una doccia ben progettata. Un miscelatore che non solo protegge dal rischio di scottature accidentali, ma mantiene la temperatura dell’acqua costante per tutta la durata della doccia, modulando la portata dell’acqua in caso di aperture di nuove utenze e permettendo così di ridurre i consumi idrici e energetici.

Come funziona? E quali vantaggi se ne traggono?

La valvola termostatica miscela l’acqua calda e quella fredda alla temperatura preimpostata e reagisce in tempi immediati a qualsiasi variazione della pressione o della temperatura nell’erogazione dell’acqua, regolando nuovamente la miscela di acqua calda e fredda. In caso di interruzione della fornitura d’acqua fredda, la valvola termostatica si chiude automaticamente.

I vantaggi sono almeno tre, tutti importanti: sicurezza, comodità e convenienza. Sicurezza, perché la temperatura dell’acqua preimpostata rimane costante per tutta la durata della doccia e perché la tecnologia GROHE CoolTouch® fa sì che la superficie esterna del miscelatore non risulti mai troppo calda al tatto. Accorgimenti importanti soprattutto nelle famiglie con bambini o con persone anziane che, avendo una pelle più sensibile, corrono maggiori rischi di scottature. Comodità, perché mantiene la temperatura scelta senza che dobbiamo più preoccuparcene, consentendo il massimo relax durante la doccia. Se si interrompe il flusso dell’acqua (ad es. per fare lo shampoo), quando riattiviamo il termostatico la temperatura dell’acqua sarà identica a quella precedente la chiusura. E soprattutto risparmio, visto che consente di risparmiare acqua ma anche energia. Pensate a quanto tempo passate a trafficare con i miscelatori tradizionali e quanti litri e litri d’acqua sprecate prima di raggiungere la giusta temperatura! Con i nostri miscelatori non accadrà più.

Non c’è il rischio che il flusso dell’acqua si riduca?

No, perché comunque la miscela di aria e acqua fa sì che il flusso sia costante. Lo dimostreremo concretamente all’Aquila, perché il nostro STAND avrà un PUNTO ACQUA FUNZIONANTE e così visitatori, progettisti e tecnici potranno venire a constatare loro stessi che garantiamo flusso identico ma con risparmio sensibile, verificheranno coi loro occhi il consumo reale e il getto reale dei nostri prodotti.

A proposito di costi, prodotti così innovativi nel design e nella tecnologia si rivolgono a una fascia medio-alta?

Mi dà l’occasione di sfatare un pregiudizio. Oggi la QUALITA’ tecnologica più avanzata ed eco-sostenibile è alla portata di tutti. Ovviamente, con differenze sul piano del design o degli optional che potremmo definire “luxury”. Ma voglio sottolineare che un miscelatore Grohe “basic”, al prezzo “entry level” della gamma, ha la medesima qualità di quello al prezzo più alto. I nostri miscelatori termostatici esterni e da incasso per doccia e i miscelatori per vasca/doccia offrono vantaggi straordinari in qualsiasi fascia di prezzo. Abbiamo sviluppato una tecnologia integrata che conduce a un risparmio di acqua sino al 40% rispetto ai modelli tradizionali, nel pieno rispetto del comfort. In questo modo i costi affrontati possono essere ammortizzati in brevissimo tempo. E possiamo dimostrarlo con un simulatore che permette di scoprire quanto si può risparmiare scegliendolo per il vostro bagno. Venite in fiera a provarlo, all’Aquila. Oppure provate direttamente i nostri prodotti. Sono facili da adattare a qualunque impianto. Le nostre manopole doccia sono dotate di una filettatura universale da ½”: ciò significa che non dovete far altro che svitare la vostra vecchia manopola doccia, avvitare la nuova doccetta GROHE sul supporto a muro e aprire l’acqua… scoprirete una nuova esperienza di doccia!

Quali novità portate al Salone 2013?

Presenteremo nuove soluzioni per il risparmio idrico in applicazioni residenziali e commerciali. In particolare lanceremo sul mercato le collezioni di rubinetteria con tecnologia GROHE SILK MOVE ES che oltre a garantire una portata limitata a 5.7 l/min assicurano anche un significativo risparmio energetico limitando l’uso accidentale del generatore di calore a monte. Verranno inoltre presentati i nuovi Grohe Blue C&S per erogazione di acqua filtrata, refrigerata e frizzante direttamente dal rubinetto della cucina e il nuovo Minta Touch, il primo miscelatore elettronico a sfioro per cucina di Grohe.

Parliamo dei vostri dispostivi per filtrare l’acqua.

Succede non di rado che il sapore e l’odore dell’acqua che esce dal rubinetto domestico spingono le persone a preferire l’acqua minerale in bottiglia. Ma quanti sanno che per produrre una bottiglia d’acqua minerale si consumano 7 litri d’acqua? A questo si aggiunge il disagio di doverla trasportare a casa e dopo averla bevuta di riciclare le bottiglie vuote. Noi abbiamo ideato dei sistemi filtranti, che trasformano il rubinetto della cucina in una sorgente d’acqua, fresca e depurata. I nostri sistemi riducono il contenuto di metalli pesanti, cloro e calcare presenti nell’acqua del rubinetto, sostanze che talvolta alterano il sapore dell’acqua erogata. Sono più pratici da utilizzare rispetto alle caraffe filtranti poiché il filtro è collegato direttamente al rubinetto dell’impianto idrico di casa e fornisce in tal modo acqua filtrata appena serve. Sono peraltro una soluzione amica dell’ambiente oltre che del portafoglio, perché se sostituiamo la bottiglia d’acqua minerale con un miscelatore dotato di filtro significa che non solo risparmiamo tempo e denaro ma optiamo per un sistema rispettoso delle risorse naturali. Si chiamano GROHE Blue® e GROHE Blue® PLUS e segnano davvero l’ingresso in una nuova era nei sistemi di filtraggio dell’acqua. Hanno un filtro sottolavello avanzato a 4 stadi, ma anche un refrigeratore dell’acqua e un sistema di gasatura evoluto. Significa che potete avere acqua fresca e filtrata direttamente dal rubinetto della cucina nelle versioni naturale, leggermente gasata o frizzante. Secondo il gusto o l’occasione. E senza occupare spazio in più rispetto a un normale miscelatore da cucina.

Tornate per la terza volta all’Aquila. L’esperienza del Salone è stata positiva?

Crediamo nella rinascita di questa città e nel ruolo che può avere per lo sviluppo del Green Building in Italia. Il bilancio delle due precedenti edizioni è stato positivo, ci ha permesso di affermarci nell’area abruzzese quale produttore di riferimento in termini di qualità e sostenibilità delle collezioni. I desiderata per l’edizione 2013 sono sostanzialmente i medesimi: consolidare la nostra brand image e brand preference presso i principali stakeholders della fiera e del territorio. GROHE sta investendo sempre di più in innovazione e ricerca per offrire al mercato soluzioni intelligenti per il risparmio idrico e per “rendere più facile” la vita domestica di tutti noi. Gli investimenti in ricerca e sviluppo non riguardano esclusivamente l’aspetto sostenibile delle nostre collezioni, ma anche design di prodotto, qualità e tecnologia. Ciononostante, come accennavo all’inizio, Grohe presenzia al Salone in qualità di produttore SOSTENIBILE. Per questo voglio segnalare una novità importante che porteremo quest’anno: lanceremo 2 attività rivolte a progettisti e imprese del settore per aiutarli a ottenere crediti per la certificazione LEED. Offriremo al progettista tutta la documentazione elettronica che serve per la preventivazione e i capitolati e spiegheremo tutto quello che occorre per ottenere crediti per la certificazione LEED.

Può spiegare in breve cosa sono i crediti LEED e come ottenerli?

LEED (acronimo che sta per Leadership in Energy Environmental Design) è un sistema di rating INTERNAZIONALE per edifici. E’ stato introdotto in Italia nel 2006 da Habitech Distretto Tecnologico Trentino, che ha poi fondato e promosso il Green Building Council Italia, con lo scopo di diffondere lo standard LEED e lavorare alla nascita del LEED Italia per le Nuove Costruzioni e Ristrutturazioni, basato sullo standard americano LEED for New Construction and Major Renovation. LEED Italia si applica a edifici commerciali, inclusi uffici, edifici istituzionali (biblioteche, musei, chiese, ecc.), ed edifici residenziali di almeno 4 piani fuori terra. Ne certifica la sostenibilità ambientale in base a una struttura di crediti che comprende sette aree tematiche e si articola in prerequisiti, crediti centrali e crediti per l’innovazione. Il progetto in fase di certificazione deve soddisfare tutti i prerequisiti richiesti, in quanto obbligatori, mentre i crediti vengono attribuiti in base al livello raggiunto dai requisiti considerati, valutati secondo criteri stabiliti. Il punteggio finale si ottiene sommando i punteggi conseguiti all’interno di ogni area tematica e determina il diverso livello di certificazione ottenuta. Il discorso sembra complesso e un po’ ozioso, ma è in realtà molto importante, perché risponde all’esigenza concreta di premiare progettisti e aziende che perseguono la sostenibilità e farlo secondo parametri certi e riconosciuti internazionalmente. I progettisti avvertono l’esigenza di essere informati sul sistema di certificazione e sul processo, ma anche sulle modalità con cui i produttori di materiali da costruzione rendono i propri prodotti più sostenibili. La conoscenza di questi temi da parte delle aziende rappresenta un vantaggio competitivo. Progettisti e imprese di costruzioni cercheranno infatti quelle aziende che hanno già acquisito le conoscenze necessarie e possiedono la documentazione che attesta la possibilità di contribuire ai crediti richiesti per ottenere la certificazione, evitando situazioni in cui le informazioni non siano disponibili o richiedano un notevole dispendio di tempo e risorse. LEED si sta affermando negli anni sempre di più e noi, che crediamo fortemente che il futuro sia dell’edilizia sostenibile, lo appoggiamo come parametro internazionalmente riconosciuto per la sua certificazione.

Print Friendly, PDF & Email