Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione. Con Tettofacile di Polimeni coperture veloci ed economiche

L’Aquila, Salone Ricostruzione. Con Tettofacile di Polimeni coperture veloci ed economiche

Nei periodi di crisi come quella che si sta attraversando in questi anni, la chiave di volta per uscire dalle paludi della recessione è rappresentata da un’idea, meglio se innovativa e vincente. Un’illuminazione, come quella dell’azienda Polimeni che ha ideato e realizzato il sistema Tettofacile, oggi anche brevettato a livello europeo. Un progetto quello dell’azienda ligure che continua a subire processi migliorativi nel corso del tempo, dettati dall’esperienza. Oltre alle coperture, l’azienda Polimeni realizza anche pareti e solai.

Che cosa vi porta a partecipare al Salone della Ricostruzione?

Partecipiamo al Salone per far conoscere il Sistema Tettofacile e i suoi vantaggi, per cercare di correggere gli errori costruttivi del passato e dare la possibilità a tecnici,imprese e privati di utilizzare una valida alternativa costruttiva.

Quali novità presentate? Avete un prodotto innovativo?

Sì, Tettofacile. Grazie al sistema innovativo Tettofacile, brevettato dall’azienda Polimeni, si possono realizzare coperture in modo semplice, veloce, economico e nel pieno rispetto dell’ambiente. È un sistema leggero, versatile e facile da montare, ideale per realizzare tetti e coperture in modo semplice, veloce ed economicamente vantaggioso. Si basa sull’utilizzo di strutture a traliccio in acciaio zincato a caldo, che non necessitano di manutenzione (e quindi delle eventuali spese) e assicurano stabilità e inalterabilità nel tempo. L’acciaio, unito alla leggerezza della struttura, fa sì che la soluzione sia la migliore antisismica sul mercato grazie a un’alta resistenza e portata delle strutture che si mantiene nel tempo.

Quali gli altri vantaggi di questo prodotto?

Tettofacile è una soluzione costruttiva a secco che non prevede l’utilizzo del cemento e presenta dei risultati vicini al tradizionale, ma migliorativi dal punto di vista delle prestazioni termiche e acustiche. È un’alternativa ai metodi costruttivi tradizionali, per costruire tetti, solai e pareti e quindi tutta una casa con una tipologia a secco. Si può paragonare il sistema a una classica struttura in cemento armato, dove al posto del cemento c’è la coibentazione, eliminando così il peso inutile del primo, aumentando le capacità termiche del pacchetto parete e mantenendo la resistenza delegandola all’acciaio. Ecco alcuni numeri a confronto: Tettofacile pesa 20 volte meno che una struttura in cemento a parità di portata e resiste 15 volte di più a parità di sezione; pesa 3 volte meno che una struttura in legno a parità di portata e resiste 30 volte di più a parità di sezione.

I vantaggi a livello economico?

I vantaggi economici per l’utente arrivano anche dalla ventilazione dell’ambiente interno e dal risparmio energetico che ne consegue. Lo illustra meglio Santo Polimeni, titolare dell’azienda: «La vera rivoluzione sta nella gestione dell’intercapedine d’aria che separa nettamente l’involucro esterno dell’abitazione da quello interno, coinvolgendo l’intero appartamento con una ventilazione costante che elimina il classico accumulo del calore estivo nelle mansarde e migliora il taglio termico del tetto e delle pareti. D’inverno invece quest’ intercapedine diventa una camera d’aria riscaldata che aumenta le prestazioni termiche del pacchetto».

La vostra azienda ha anche un occhio di riguardo per l’ambiente?

Tettofacile, inoltre, è rispettoso dell’ambiente. Il sistema è stato sviluppato, infatti, ponendo attenzione alle normative vigenti in materia. La struttura è inoltre interamente recuperabile e leggera. Il peso e gli imballi limitati dei materiali che la compongono permettono un trasporto più facile (e di conseguenza un cospicuo risparmio economico su questa voce) e al tempo stesso di contenere al minimo le emissioni di sostanze inquinanti nell’atmosfera. Inoltre, la recuperabilità consente di realizzare un investimento durevole nel tempo, qualora fossero necessari ampliamenti o ristrutturazioni. Infatti sarà possibile effettuare un’opera di sopraelevazione del sottotetto, mantenendo la stessa “ossatura”della copertura, e senza sprechi ulteriori di materiale legnoso deperibile e, dunque, senza abbattimenti superflui di alberi, così importanti per l’aria che respiriamo. Le sopraelevazioni non appesantiscono l’edificio esistente sottostante, che non deve essere quindi adeguato a supportare un carico ulteriore.

Print Friendly, PDF & Email