Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, prima di Report Confindustria Abruzzo aveva chiesto chiarimenti sui fondi sisma

L’Aquila, prima di Report Confindustria Abruzzo aveva chiesto chiarimenti sui fondi sisma

La trasmissione di Report di ieri sera sulla mancata rendicontazione dei fondi sisma di cui al conto Rivisondoli non ha colto di sorpresa gli aquilani che già l’anno scorso avevano seguito la questione su Agea e sulle testate locali. Ma neanche Confindustria Abruzzo che qualche giorno fa ha inserito all’Ordine del Giorno del prossimo Direttivo Regionale (riunione di Giunta) di aprile proprio la richiesta di rendicontazione dei fondi da parte di Confindustria L’Aquila. In osservanza anche del desiderio dell’allora Presidente, il compianto Salvatore di Paolo.

Ai microfoni di Report il Direttore in carica di Confindustria L’Aquila nega di sapere alcunché sul conto Rivisondoli e rimanda a Roma per qualsiasi informazione in merito. Benché fosse già Condirettore dal 2011, anno del giroconto dal conto Rivisondoli al conto ordinario, e “successore” dal 2014 del direttore uscente.

Più precisa arriva sempre a Report la risposta della Vicepresidente nazionale, alla quale è stata passata la patata bollente da L’Aquila: del conto Rivisondoli “non ho contezza, stiamo parlando di qualcosa che si è perso sul territorio”.

“Perso”? “Qualcosa”? Conviene allora mettersi alla ricerca perché chi prima ritrova i 500mila euro persi diventa ricco…

Cosa presenterà Confindustria L’Aquila alla Giunta Regionale di metà aprile desta molta attesa. E’ un fatto che la Presidenza Ballone vuole vederci chiaro.

Ma facciamo una breve sintesi dei fatti.

Il Conto Rivisondoli – che nulla ha a che vedere con i cosiddetti “fondi Ocse” raccolti dal nazionale di Confindustria e dei Sindacati con il tramite del Ministro Barca – ha raccolto 500mila euro, mentre il conto “Ricostruiamo la sede” altri 200mila: di questi nessuna rendicontazione separata è disponibile, come confermato nel 2014 dallo stesso ex Direttore Cappelli con la dichiarazione rilasciata illo tempore a Il Messaggero “non abbiamo rendicontato non ci possiamo suicidare”.

Da allora ad oggi, gli eventi sono stati i seguenti:

  • l’espulsione dell’Associato Metafin Srl che ha chiesto chiarezza sui conti e sui fondi sisma
  • due esposti all’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo da parte di Confindustria L’Aquila contro Maria Paola Iannella, rappresentante di Metafin Srl e direttore di Agea (esposti rigettati)
  • l’immediata rescissione del contratto di Ufficio Stampa che la dr Iannella aveva con Confindustria fin dal 2004
  • una querela per diffamazione a mezzo stampa, sempre in capo alla Dr Iannella, guadagnata dalla stessa allorché intervenne sullo scandalo dei fondi “Qip” esplicitando che i fondi sisma erano 3 e separati: Rivisondoli, Ricostruiamo la sede” e Ocse, gli unici per i quali, invece, appariva rendicontazione sul sito www.comitatoabruzzo.it
Print Friendly, PDF & Email