Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Intesa tra università e Asl di Teramo per docenti e ricercatori

L’Aquila. Intesa tra università e Asl di Teramo per docenti e ricercatori

L’Ateneo aquilano ha stipulato nella giornata di ieri un nuovo protocollo d’intesa con la AUSL di Teramo, definendo cosi’ le direttive strategiche che presiederanno ai rapporti convenzionali tra le due istituzioni. “Con reciproca soddisfazione” – spiega il rettore prof. Ferdinando di Orio – abbiamo definito le condizioni per una efficace collaborazione con la AUSL di Teramo, che permetteranno a numerosi docenti e ricercatori del nostro Ateneo di svolgere la loro attivita’ assistenziale presso le strutture sanitarie teramane”. Il protocollo d’intesa, che dovra’ essere sottoposto all’approvazione degli organi accademici, prevede il convenzionamento di sei Unita’ Operative Complesse a direzione universitaria (Chirurgia Toracica, Allergologia e Immunologia, Medicina Interna, Ostetricia e Ginecologia, Medicina Fisica e Riabilitazione, Psichiatria), due Unita’ Operative Semplici Dipartimentali (Epidemiologia e Chirurgia Proctologica).

E’ stata inoltre conferita al prof. Carlo Vicentini la responsabilita’ di programmi integrativi delle attivita’ assistenziali, didattiche e di ricerca nel settore dell’Urologia. “Il personale universitario strutturato nel rapporto convenzionale con la AUSL – spiega il rettore -assumera’ uguali diritti e doveri del corrispondente personale ospedaliero con pari posizione funzionale, mentre il personale della AUSL potra’ partecipare allo svolgimento delle attivita’ didattiche, in conformita’ alla normativa vigente. Sulla base di questo protocollo di intesa – continua il rettore di Orio – la AUSL mettera’ a disposizione le proprie strutture sanitarie ospedaliere e territoriali per la realizzazione dei fini didattici dell’Universita’. Cosi’ studenti e medici specializzandi potranno frequentare le strutture sanitarie teramane, con ulteriori opportunita’ formative e con ricadute benefiche sull’organizzazione dei servizi erogati dalla AUSL. L’accordo” – continua il rettore – e’ il frutto di uno spirito di grande collaborazione, dimostrato dal Direttore Generale Giustino Varrassi e da tutte le istituzioni teramane, che hanno colto le opportunita’ che potranno derivare a tutta la sanita’ abruzzese da un’efficace cooperazione con l’Universita’. Ed e’ uno spirito che dovra’ sempre piu’ informare tutti i rapporti tra le istituzioni presenti nei due territori, aquilano e teramano. Non sarebbe stato possibile raggiungere questo importante risultato senza l’impegno di tutti i membri della Commissione Paritetica, sia della componente ospedaliera sia della componente universitaria. Con la stipula dei protocolli d’intesa con la AUSL dell’Aquila e con quella di Teramo – conclude il rettore di Orio – e’ stato marcato un decisivo passo avanti per una duratura ed efficace collaborazione tra Universita’ e sistema sanitario regionale, nell’interesse di tutti i cittadini abruzzesi”. La discussione e’ durata ben otto mesi e si e’ conclusa con l unificazione dei due documenti separati, siglati rispettivamente nel 2007 e nel 2011. L’efficacia dei rapporti si tradurra’, immediatamente, in efficienza di cura e servizi per i cittadini. Il protocollo prevede il convenzionamento di sei Unita’ Operative Complesse a direzione universitaria e di due Unita’ Operative Semplici Dipartimentali. Le Unita’ Operative Complesse sono: Chirurgia Toracica, Allergologia e Immunologia, Medicina Interna, Ostetricia e Ginecologia, Medicina Fisica e Riabilitazione, Psichiatria. Le Unita’ Operative Semplici Dipartimentali sono: Chirurgia Proctologica, Statistica ed Epidemiologia. Al professor Carlo Vicentini, inoltre, e’ stato proposto l’incarico di coordinamento dei programmi integrativi delle attivita’ assistenziali, didattiche e di ricerca nel settore dell Urologia, avendo sede presso il Presidio Ospedaliero di Atri. Crediamo fortemente nelle opportunita’ che la convenzione con L’Aquila ci garantisce dichiara il direttore generale della Asl, Giustino Varrassi. Non si tratta di speranze o fumose previsioni: abbiamo gia’ testato i risultati, che vogliamo adesso confermare, rafforzare e moltiplicare, nell’interesse di una ripresa di servizi sanitari che ogni giorno diventa piu’ evidente.

Print Friendly, PDF & Email