Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Abruzzo Engineering-Comune, in scadenza la convenzione

L’Aquila. Abruzzo Engineering-Comune, in scadenza la convenzione

Si avvicina un’altra scadenza delle convenzioni sottoscritte tra Abruzzo Engineering  e il Comune dell’Aquila, che consentono a circa 150 dipendenti della società a capitale pubblico con maggioranza della REGIONE ABRUZZO-COMUNE E PROVINCIA dell’Aquila, di lavorare per la ricostruzione ed il rilancio delle aree colpite dal sisma del 2009. Ogni anno, di questi tempi si ripresenta puntuale il calvario, non solo per i citati lavoratori e loro famiglie, ma anche per coloro che, ormai da anni, sono collocati in CIGS in deroga e che nonostante tutto, non riescono ad essere reinseriti nel processo produttivo. Dopo le note vicende che all’indomani del terremoto portarono ad un indagine giudiziaria sui vertici aziendali, con la conseguente messa in liquidazione della società, la Regione Abruzzo ed il suo Presidente CHIODI, dichiararono che si potevano aprire spazi di rilancio, solamente nel caso in cui la società avesse dimostrato che vi fossero le condizioni per un rilancio concreto, fattivo ed economico e non più, l’immagine di un “carrozzone” gravante sulle spalle della collettività. Nel corso di questi anni, la Società, il Collegio dei Liquidatori, ma più di tutto, i lavoratori e loro famiglie, a costo di notevoli sacrifici, hanno dimostrato senza tema di smentita, di essere una realtà necessaria ed utile ai progetti di sviluppo per rilanciare la ricostruzione e l’economia del territorio Aquilano. Commessa, tra l’altro, unica in carico alla società, nonostante  A.B., ha in forza le professionalità necessarie per realizzare la “Banda Larga” in tutto il territorio abruzzese, espletare il Servizio del Genio Civile ed anche quello della Protezione Civile, oggetto di un recente accordo tra Provincia dell’Aquila e Protezione civile. Competenze umane e professionali che se non inserite nel giusto contesto produttivo si rischia di depauperarle e disperdere. Va ancora sottolineato che per le evidenti ragioni di finanza nazionale, il governo destina sempre meno risorse agli ammortizzatori sociali tanto da rendere sempre più difficile anche la speranza di ottenere il riconoscimento della CIGS in deroga ancora per altri mesi. Nonostante questi “sacrifici” si continua ad andare avanti con affidamenti temporanei, a scadenza e senza un piano organico di prospettiva. Situazione che in questo inizio del 2014 si è ancor di più aggravata dalle dimissioni del Sindaco CIALENTE, che fino ad oggi è sempre stato colui che più di ogni altro si è speso con convinzione per salvare ABRUZZO ENGINNEERING ed i suoi circa 200 dipendenti. Come FISASCAT CISL ABRUZZO, intendiamo richiamare l’attenzione e l’impegno del Presidente della Giunta Regionale Dott. CHIODI,  delle istituzioni e di tutte le forze politiche, affinchè, ai lavoratori e famiglie dipendenti della società ABRUZZO ENGINNEERING, non si riserva lo stesso destino che purtroppo, tanti tantissimi altri dipendenti hanno dovuto subire, quello della perdita del lavoro e di conseguenza della dignità, umana, professionale e familiare.

Print Friendly, PDF & Email