Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia, inflazione: ferma ad aprile +1,1% anno, Istat rivede stime

Italia, inflazione: ferma ad aprile +1,1% anno, Istat rivede stime

Inflazione ferma ad aprile per un incremento tendenziale dell’1,1%. E’ il dato definitivo comunicato dall’Istat che ha rivisto al ribasso la stima preliminare che indicava un aumento dello 0,1% su base mensile e dell’1,2% su base annua. Rispetto al +1,6% di marzo la variazione tendenziale decelera di cinque decimi di punto percentuale. Il forte rallentamento, spiega l’istituto, e’ spiegato principalmente dalla frenata dei prezzi dei beni energetici che calano del 2,1% rispetto a marzo e registrano una diminuzione dello 0,9% su base annua (dal +3,4% di marzo). L’inflazione acquisita per il 2013 e’ pari all’1%
Ad aprile l’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende all’1,2% (era +1,4% a marzo). Al netto dei soli beni energetici, la crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo rallenta all’1,3% (dall’1,5% del mese precedente). Rispetto ad aprile 2012, il tasso di crescita dei prezzi dei beni scende ulteriormente, portandosi allo 0,9%, dall’1,7% di marzo e quello dei prezzi dei servizi si attesta all’1,4% (era +1,7% nel mese precedente). Pertanto, dopo essersi azzerato a marzo, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni sale a cinque decimi di punto percentuale, tornando positivo per la prima volta da ottobre 2010. L’indice armonizzato dei prezzi al consumo aumenta ad aprile dello 0,3% su base mensile e dell’1,3% su base annua (dall’1,8% di marzo), confermando le stime preliminari. L’indice Ipca a tassazione costante aumenta dello 0,3% sul piano congiunturale e dell’1,1% su quello tendenziale. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (Foi), al netto dei tabacchi, non varia su base mensile e cresce dell’1,1% su base annua.

Print Friendly, PDF & Email