Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: 72 fiere verso la certificazione di qualità

Italia: 72 fiere verso la certificazione di qualità

Prosegue il progetto di certificazione di qualità delle fiere internazionali promosso da Aefi-Associazione esposizioni e fiere italiane con Cfi, Cft, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e Unioncamere.

Ad oggi sono 72 le fiere inserite nel calendario delle manifestazioni fieristiche internazionali 2013-2014, che hanno fatto richiesta di accesso al fondo di 500 mila euro stanziato dal ministero dello Sviluppo Economico per la certificazione dei propri dati statistici, secondo i criteri stabiliti dalla norma Iso 25639 e successivi aggiornamenti, attestando la trasparenza e la qualità del prodotto fieristico e dei processi ad esso collegati ai più rigorosi standard vigenti a livello internazionale.

Un vero salto di qualità per l’intero sistema fieristico italiano, che nel 2012 contava meno di 30 manifestazioni certificate e nel 2013 vedrà così più che triplicare il numero delle manifestazioni la cui qualità sarà attestata sulla base dei più elevati standard internazionali. Dall’inizio dell’anno, per 10 fiere internazionali (sulle 72 che hanno fatto domanda) è già stato avviato il processo di certificazione di qualità dei propri dati rilasciata da Isfcerf, l’ente certificatore riconosciuto da Accredia, abbattendo grazie all’incentivo ministeriale il 50% dei costi sostenuti per accedere al servizio. (segue)

“Per tre imprese industriali su quattro e per l’88% delle pmi italiane -spiega spiega Ettore Riello, presidente di Aefi, l’Associazione che ha fortemente voluto l’iniziativa e lavorato per ottenere il patrocinio ministeriale- lo strumento ‘fiera’ è l’unico mezzo di promozione sui mercati esteri. L’incentivo alla certificazione di qualità delle manifestazioni internazionali è un’innovazione che pone il nostro Paese al più elevato livello di rigore e affidabilità, permettendo anche alle realtà piccole e medie di essere parificate alle grandi con un evidente ritorno in credibilità a beneficio non solo della singola manifestazione, ma dell’intero Sistema Paese”.

“La grande partecipazione dei nostri associati -aggiunge Riello- dimostra che hanno colto tutto il valore della certificazione, nel quadro delle iniziative messe in campo da Aefi per accrescere l’attrattività delle manifestazioni italiane a livello internazionale e a valorizzare la competitività dell’offerta fieristica nazionale. In un momento storico delicato, nel quale aprirci ai mercati stranieri costituisce un vantaggio competitivo e un’opportunità per le aziende italiane, le fiere ricoprono un ruolo di primo piano nello sviluppo dell’export e nella promozione del ‘Made in Italy’. La fiducia degli associati -conclude Riello- ci mostra che, per quanto la strada da percorrere verso una maggiore competitività del nostro Paese sia ancora lunga, siamo sulla strada giusta”.

Le manifestazioni che otterranno la certificazione beneficeranno anche di un programma dedicato di promozione a loro riservato, mirato a incrementarne ulteriormente la competitività in Italia e all’estero.

Print Friendly, PDF & Email