Ultime Notizie
HomeStartImpresa 2011I vincitori StartImpresa 2009 – 2010

I vincitori StartImpresa 2009 – 2010

Interviste ai vincitori delle edizioni 2009 e 2010 di
StartImpresa

 

I Edizione StartImpresa 2009

·

Videoartscope, un portale archivio di video arte: quando l’arte si fa impresa

Come districarsi nell’enorme patrimonio documentario esistente tra video, dati e informazioni, anche in multilingua.


Intervista alla fondatrice
Lucia Zappacosta

Videoartscope nasce per fornire servizi agli addetti del mondo dell’arte e al pubblico interessato attraverso un portale sviluppato interamente sul web per il trattamento e la gestione documentale di archivi di video arte.

Conserva e valorizza un patrimonio documentario ormai vasto e in evidente sviluppo, grazie alla rivoluzione digitale, permettendo a specialisti del settore e alla comunità degli internauti di ricercare e consultare video, dati e informazioni, con il supporto del multilinguismo. Elabora anche ricerche specifiche per manifestazioni di video arte.

·

Lucia, come ti è venuta l’idea di trasformare una passione in lavoro, e di metterti in gioco “intraprendendo”?

Quando ha risposto alla candidatura per StartIMPRESA (Premio per la migliore idea imprenditoriale, vedi spazio sotto ndr) avevo da poco concluso un dottorato con una tesi dedicata ai sistemi di catalogazione dei materiali audiovisivi documentari ed avevo iniziato a lavorare in una galleria d’arte contemporanea White Project di Pescara. Avevo quindi iniziato a valutare la possibilità di far confluire le due esperienze in una società che si occupasse della catalogazione e descrizione semantica di un particolare materiale video: la video arte. Mi ero data un anno di tempo per verificare l’attuabilità dell’idea e per avere conferme.
La vittoria, davvero inaspettata, era il segnale che stavo cercando!

Parlaci ora dell’aspetto “tecnico”:·come sei riuscita a trasformare l’idea in progetto d’impresa?

L’ultima fase della mia tesi di dottorato apriva molto il lavoro di ricerca. In sostanza sostenevo che il sistema e le migliorie presentate nel mio lavoro di analisi di archivi già esistenti come quello dell’istituto Luce e dell’INA di Parigi, erano applicabili alle più diverse tipologie di archivi ed in particolare agli archivi video.
Quando ho iniziato a lavorare presso White Project sono entrata in contatto con molti artisti e galleristi italiani ed internazionali.
La mia idea suscitava interesse ed era sostenuta: sono stata anche invitata a presentarla ad una mostra a Catania che si chiamava Video Sicilia.

Hai citato un passaggio importante, quello della partecipazione ad un Premio, StartImpresa: come lo hai scovato?

Sono venuta a conoscenza del progetto StartImpresa attraverso una pubblicità su un quotidiano cittadino. Poi, dopo aver vinto il Premio, cui erano annesse la formazione e consulenza, ho potuto dare forma e corpo ad un sogno.

Ci sono stati aspetti del percorso di formazione che ti sono stati più utili?

Innanzitutto mi è stato utile entrare in contatto e sentir parlare i giovani imprenditori del mio territorio, dalle loro lezioni ho colto l’energia, la determinazione e la vivacità, caratteristiche
fondamenti per ogni buon imprenditore. L’aspetto che mi ha affascinato di più è stata la business strategy, ovvero il processo necessario per trasformare l’idea in azione attraverso una strategia.

A sentirti parlare sei piuttosto vulcanica… di cosa ti stai occupando ora con Videoartscope?

Videoartscope in questi tre anni – cioè da quando è nata ad oggi -· ha prodotto ed acquisito diversi video. Anche quest’anno sarà presente durante la Settimana della Cultura e la Notte dei Musei indetta dai Beni Culturali. Il 16 marzo, durante la Notte Bianca per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in collaborazione con la galleria White Project Videoartscope presenteremo una mostra che si compone di cinque videoinstallazioni “A me terra” della giovane artista siciliana Lidia Tropea, di cui sono stati acquisiti tutti i materiali video, anche quello selezionato per il Premio Celeste International 2011.
Inoltre stiamo lavorando ad un evento estivo molto ambizioso.

Lucia Zappacosta

·

A dicembre 2008 ho concluso un dottorato di ricerca in “Culture, linguaggi e politica della comunicazione” con una tesi dal titolo “La descrizione semantica del film documentario nelle banche dati on-line. Dai thesauri alle ontologie visive”, presso l’Università degli Studi di Teramo dove mi sono laureata nel 2005 in Editoria, Comunicazione Multimediale, Giornalismo. Presso lo stesso Ateneo ho collaborato con diverse cattedre tra cui Architettura del web, Nuovi media e Fotografia e documentazione visiva. Sono da sempre interessata alle nuove tecnologie applicate alla memoria ovvero agli archivi audiovisivi, ed ai problemi semantici e semiotici legati alla descrizione del contenuto.
Attualmente organizzo alcuni eventi culturali per il Comune di Pescara e con Videoartscope collaboro con la galleria d’arte contemporanea White Project di Pescara.

Nel 2009 vince la prima edizione di StartImpresa G.I. Confindustria Pescara.·
Premiazione_di_Lucia_Zappacosta_per_StartImpresa_2009_
·

 

II Edizione StartImpresa 2010

Chieti, Luca Lella partecipa e “vince un’impresa”: nasce
MEETs, per produrre energia pulita con Metodi Etici e
Tecnologie Sostenibili

La differenza tra cercare lavoro e inventarselo…

·

Luca ha 32 anni, grinta quanto basta, solida preparazione nel
campo della green economy. Lo scorso anno ha vinto l’edizione
2010 di StartImpresa, progetto promosso dai Giovani
Imprenditori di Confindustria Pescara guidati dal Presidente
Alessandro Addari e dal Vice Presidente incaricato del progetto
Nicola Di Marcoberardino.

Il progetto, che oggi si chiama MEETs , ruota intorno al concetto
di società «low profit» per le energie rinnovabili: meno guadagni
per i soci più ricadute sociali sul territorio.·

·

La “sua” squadra è affiatata e competitiva. Oltre a Luca, il team
è composto dall’Ing. Giuseppe Marino, esperto di energie
rinnovabili a tutto campo (solare termico, fotovoltaico, biomasse)
e dal dott. Francesco Lenzini, laureato in scienze ambientali,
che già opera come consulente per aziende e docente per corsi
di formazione in Abruzzo per quanto riguarda sicurezza sul lavoro,
energia e tematiche ambientali. Altri professionisti esterni (un
architetto ed un ingegnere elettronico) forniscono il loro supporto
di volta in volta in base ai progetti da affrontare.


Qual è l’idea di business di fondo?

L’idea di fondo della MEETs srl (acronimo di Metodi Etici e
Tecnologie Sostenibili) è quello di operare nel settore
dell’energia rinnovabile con finalità diverse da quanto finora
fatto. In pratica vogliamo contribuire ad una diffusione
importante delle tecnologie per la produzione di energia pulita,
abbassando i costi di accesso per i clienti finali e contribuendo
ad accrescere la conoscenza e competenza dei soggetti
coinvolti (installatori, professionisti, cittadini). Per fare questo,
anche grazie alla nostra piattaforma informatica in fase di
completamento, organizziamo gruppi d’acquisto dove soggetti
(aziende, pubblici e privati) che vogliono produrre energia
pulita in proprio e risparmiare sulle bollette energetiche,
possono raggrupparsi, condividere esigenze ed opinioni e per
avere un potere di acquisto maggiore (contenimento dei costi)
ed una consapevolezza accresciuta delle tematiche energetiche.
Nel fare questo, l’innovazione forse più forte è che gli aderenti
ai nostri gruppi d’acquisto, oltre alla possibilità di diventare
partner e promoter per conto della MEETs srl, diventano degli
associati temporanei dell’azienda, partecipando alla
divisione di una parte degli utili a fine anno
, con i quali
possono ottenere sconti per realizzare altri impianti energetici
od acquistare prodotti agro-alimentari tipici e biologici da
aziende locali che collaborano con noi. Stiamo inoltre
organizzando, in partnership con l’ACEER Abruzzo
(Associazione Certificatori Energetici ed Energy Manager)
corsi di formazione su tematiche energetiche ed efficienza
energetica in edilizia per tecnici, professionisti, titolari d’azienda
e tutti i soggetti interessati. Le prime attività a riguardo
inizieranno a Giugno di quest’anno.

Qual è stato il tuo percorso formativo e professionale?

Nel 2007 ho conseguito la laurea in Geologia, con tesi in
Geologia ambientale, analizzando le interazioni delle pressioni
antropiche e dei fenomeni naturali sull’ambiente fluviale del
fiume Trigno. Dopo esperienze al CNR di Pisa, in Abruzzo ho
conseguito un diploma di formazione professionale come auditor
per sistemi di gestione aziendale integrati QAS
(Qualità-Ambiente-Sicurezza) ed ho lavorato per aziende della
nostra regione operanti nel settore dell’energia rinnovabile e delle
costruzioni sostenibili a basso impatto ambientale. Dal 2010
sono Energy Manager qualificato con corso ENEA – FIRE.

Come è venuta l’idea di mettersi in gioco e intraprendere?

L’idea è maturata nel tempo, prendendo forma nel corso nel
2010. Credo molto nello sviluppo e nell’importanza del settore
nel quale opero, quello dell’energia e del suo corretto utilizzo
e delle tecnologie per la produzione energetica da fonti
rinnovabili. Dopo molteplici esperienze formative e professionali
ho imparato a conoscere il mercato di riferimento individuando
quelli che secondo me potevano essere dei bisogni insoddisfatti
e degli spazi ancora non esplorati. Come dipendente ho sempre
trovato difficoltà ad esprimere le mie potenzialità, e dopo alcune
esperienze significative ho capito che probabilmente i tempi
erano maturi per iniziare una nuova sfida.

Come hai conosciuto il progetto StartImpresa?

Dai giornali. Poi dal sito internet di Confindustria Pescara, sul
quale sono andato a cercare ulteriori informazioni.

Quali aspetti del percorso di formazione ti sono stati più
utili?

Tutto il percorso è stato importante per la crescita, personale e
professionale. Forse l’aspetto più interessante è stato quello
relativo alla fase finale, che riassume tutte le lezioni apprese,
dove ho dovuto descrivere l’idea imprenditoriale, pianificando le
strategie e le attività necessarie allo sviluppo dell’idea; può
sembrare banale, ma quando si vuole mettere nero su bianco

un’idea in maniera semplice ma ben strutturata, per fare un
buon lavoro vi assicuro che c’é bisogno di tanto impegno…
provare per credere!

Tra i premi c’à anche la possibilità di frequentare le
attività dei Giovani Imprenditori, hai seguito qualche
iniziativa?

Certamente si! Un aspetto non secondario della partecipazione
a Startimpresa è stato quello di fare la conoscenza degli
imprenditori associati a Confindustria Pescara. Per me è stato
un vero piacere scoprire che nella nostra regione ci sono tante
persone preparate e disponibili che lavorano per contribuire allo
sviluppo del tessuto economico e sociale del territorio provinciale
e dell’Abruzzo più in generale. Sono proiettati verso il futuro; ad
esempio sostengono molto l’importanza dell’innovazione come
strumento per competere e superare anche momenti di crisi
come quella che il mondo economico sta vivendo. Inoltre non
hanno paura di condividere esperienze ed idee e – cosa molto
importante – sanno anche divertirsi lavorando! Ad esempio,
insieme al gruppo Giovani Imprenditori, abbiamo iniziato un
percorso di formazione molto particolare, denominato
G.I. Academy: delle giornate tematiche volte allo sviluppo delle
doti comunicative e relazionali, dove alle lezioni in aula si
abbinano prove pratiche per migliorare il rapporto con noi stessi
e con gli altri. Nella prima giornata, svoltasi nel centro sportivo
polifunzionale di Penne, abbiamo imparato a superare i nostri
limiti…letteralmente: insieme ad istruttori qualificati ed in piena
sicurezza quindi, ci siamo confrontati con l’arrampicata di una
parete artificiale di oltre 12 metri. Devo dire che ce la siamo
cavata bene, siamo sopravvissuti tutti! Adesso seguiranno altre
giornate, con formatori che vengono dal mondo del teatro, del
cinema e diversi docenti professionisti…scherzi a parte quindi,
ci sarà da divertirsi.

start_oo52

Print Friendly, PDF & Email

Condividi