Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiFossacesia. “No” alla soppressione del Corpo Forestale dello Stato

Fossacesia. “No” alla soppressione del Corpo Forestale dello Stato

Il Consiglio Comunale di Fossacesia ha dichiarato la sua unanime contrarietà alla soppressione del Corpo Forestale dello Stato, chiedendo, tra l’altro, l’assorbimento all’interno di questa Forza di Polizia del personale di Polizia Provinciale. La nuova norma in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, infatti, prevede che le funzioni in capo al Corpo Forestale dello Stato, in un’ottica di riforma e razionalizzazione, vengano riassorbite in quelle di altre Forze di polizia o di altri enti pubblici. Il Corpo Forestale dello Stato, che vanta quasi 200 anni di operato, è un importante presidio di tutela ambientale, di legalità e di lotta alla criminalità. La sua soppressione potrebbe avere delle ripercussioni disastrose in tema di pubblica sicurezza in quanto potrebbero essere a rischio tutte quelle azioni di controllo e tutela in materia di ambiente, di prodotti agroalimentari, di biodiversità e di territorio. “A nostro avviso questa è una scelta ingiusta– dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – in quanto va completamente a snaturare la reale caratterizzazione di questa forza di polizia, che si dedica prevalentemente a combattere i reati ambientali, che purtroppo avvengono sempre con maggiore frequenza”. Proprio per tale ragione, il Consiglio Comunale di Fossacesia, riconoscendo l’importanza dell’operato del Corpo Forestale, ha deliberato non solo di condividere il loro appello, ma addirittura ha proposto che questo Corpo di Polizia venga potenziato attraverso l’assorbimento del personale appartenente alla polizia provinciale. “Il rafforzamento di personale – prosegue Di Giuseppantonio – da una parte sicuramente renderebbe l’operato della Forestale ancora più efficiente per il bene pubblico di tutti i nostri cittadini e dall’altra risolverebbe anche la problematica di tutto quel personale appartenente alla polizia provinciale che, a seguito della norma che prevede lo svuotamento delle competenze in capo alle Province, rischia di rimanere senza lavoro”.

Print Friendly, PDF & Email