Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaFabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 30-10-2006

Fabio Spinosa Pingue su “Il Tempo” del 30-10-2006

Fabio Spinosa Pingue

Per quale ragione il nostro Governatore abbia deciso di chiudere gli esercizi commerciali di domenica rimane un fatto oscuro.

Mi limito a riportare alcuni dati pubblicati proprio un paio di giorni fa da Federdistribuzioni, che ha commissionato uno studio sull’argomento al Chermes – Bocconi.

Nell’ultimo anno il 64,5% degli italiani ha fatto acquisti domenicali nei supermercati, il 56,8% nei centri commerciali, il 54,7% nel centro città, il 39,8% nei mercati ambulanti e il 37,8% nei negozi sottocasa. Vestiario  e calzature, elettronica ed elettrodomestici, casalinghi, prodotti alimentari… di tutto.

Le aperture domenicali, dunque, sono percepite dal cittadino come un vero e proprio servizio. E lo studio ci dice che, qualora fosse una certezza trovare i negozi aperti, il 19% dei consumatori italiani farebbe la spesa di domenica, mentre il 25,9% sicuramente sposterebbe il proprio giorno abituale. Ancora. Con il raddoppio delle attuali aperture domenicali si stima una crescita del Pil dello 0,29, e un incremento dell’1,96% dei consumi, tra prodotti alimentari e non.  9 mila nuovi posti di lavoro nella moderna distribuzione, e 13 mila potenziali posizioni nella distribuzione tradizionale.

L’apertura domenicale è una grande opportunità per i cittadini (lo shopping la domenica è anche destressante),  per le imprese e per tutto il sistema economico.

Di più. Bisognerebbe “ripensare gli orari” di tutta la città, in ogni settore, dai servizi alle banche, all’ortofrutta… in modo da renderli compatibili con i tempi del lavoro.

Governatore, faccia il buono, in Abruzzo la chiusura domenicale costerebbe 3.400 posti di lavoro.

Se li terrà sul groppone lei?

 

Fabio Spinosa Pingue

Presidente

fabio@pingue.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi