Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaEuropa: la corte di Berlino approva l’ESM, limite a 190mld

Europa: la corte di Berlino approva l’ESM, limite a 190mld

La Corte costituzionale tedesca ha approvato, seppure con alcune condizioni, alla creazione del nuovo Fondo salva-Stati Esm e al Patto fiscale definito dai leader europei. Il si è arrivato dai giudici di Karlsruhe, che hanno sottolineato nel dispositivo come l’impegno economico della Germania debba essere sottoposto a precisi vincoli.
Un applauso scrosciante all’Europarlamento ha accolto la sentenza della Corte costituzionale tedesca. I parlamentari sono riuniti in plenaria a Strasburgo, dove hanno ascoltato il terzo discorso sullo stato dell’Unione pronunciato dal presidente della Commissione europea, Jose Manuel Durao Barroso. “E’ la prima buona notizia della giornata”, ha detto il capogruppo dell’Alde, Guy Verhofstadt, durante il suo intervento in aula.
Tornando ai giudici tedeschi nella sentenza letta dal presidente Andreas Vosskuhle, i togati di Karlsruhe hanno dato il via libera alla firma da parte del presidente Joachim Gauck degli atti istitutivi del fondo salva-Stati Esm e del patto fiscale purché l’impegno economico della Germania non superi i 190 miliardi.
Si tratta di una somma identica alla quota di capitale dell’Esm sottoscritta dalla Germania, pari al 27,1464% del totale e a 1.900.248 azioni.
La Corte costituzionale ha anche invocato il coinvolgimento dei due rami del Parlamento tedesco nelle future decisioni in merito a Esm e fiscal compact.
Quello della Corte di Karlsruhe, tecnicamente parlando, è un atto ‘urgente’ e quindi teoricamente passibile di verifiche e modifiche. Alla luce del lungo lasso di tempo richiesto dalla decisione, tuttavia, difficilmente si dovrebbero registrare variazioni significative nella sentenza finale.
Assieme alla sentenza favorevole su Esm e patto fiscale i giudici della Corte costituzionale tedesca hanno anche respinto il ricorso urgente presentato dal deputato Csu Peter Gauweiler contro il nuovo programma di acquisto titoli annunciato giovedì scorso dalla Banca Centrale Europea.
LA CRONACA DELLA MATTINATA
Ore 14.50
L’Italia accoglie «molto positivamente» la proposta della Commissione Ue di conferire alla Banca Centrale Europea i poteri di supervisore unico delle banche dell’Eurozona. Lo ha detto il premierMario Monti, ricordando che l’Italia «ha sempre sostenuto», tale proposta.
Nella conferenza stampa con Pascal Lamy, il premier ha spiegato: «Il Governo accoglie molto positivamente, salvo vederne i dettagli, la proposta oggi adottata dalla Commissione Europea e ripresa nel discorso del presidente Barroso sul meccanismo di supervisione unica in Europa. È una proposta che l’Italia ha semrpe sostenuto e quindi la saluto molto
favorevolmente».
Ore 14.11 – «Non penso che la limitazione indicata nella sentenza» dei giudici tedeschi sull’Esm «segni un freno imprevisto al processo di stabilizzazione dei mercati». Lo afferma il premier Mario Monti.

Ore 14.10 – «Il Governo italiano accoglie molto positivamente, salvo vederne i dettagli, la proposta oggi adottata dalla Commissione Ue sul
meccanismo di supervisione unica» bancaria «in Europa». Così il presidente del Consiglio, Mario Monti, che ha sottolineato che si trata di una proposta che «l’Italia ha sempre sostenuto e la saluto molto favorevolmente».
Ore 14.06 – La sentenza della Corte Costituzionale tedesca sull’Esm e il fiscal compact «è un’ottima notizia» e anche i limiti posti nel dispositivo «non sono un freno» alla stabilizzazione dei mercati. Lo ha detto il premier Mario Monti.
Ore 12.35 
«La sicurezza dei cittadini è importante perciò oggi è una buona giornata per la Germania e per l’Europa. La Germania ha dato un segnale forte per l’Europa». Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel al Bundestag.
Ore 12.06 
«La posizione del governo tedesco è stata esplicitamente confermata». Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble alla tv Ard. «Ciascuno può essere sicuro che non viola la costituzione».
Ore 11.59 
La Corte di Karlsruhe si riserva di verificare, nell’ambito del procedimento di merito, se la Bce abbia superato le proprie competenze, nonostante abbia rigettato il ricorso di Peter Gauweiler che chiedeva di fermare l’Esm, dopo le decisioni prese a Francoforte. Lo hanno detto i giudici costituzionali.
Ore 11.44 
La riunione inaugurale dell’Esm si terrà l’8 ottobre a Lussemburgo. Lo annuncia il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker.
Ore 11.30 
La sentenza della Corte costituzionale tedesca che ha dato il via libera, seppur condizionato, al Meccanismo europeo di stabilità (Esm) «è positiva per l’Europa e per l’euro». È il primo commento rilasciato a Strasburgo dal presidente dell’Europarlamento, Martin Schulz, osservando come la sentenza tuttavia «confermi la necessità» di un controllo parlamentare sulle decisioni comuni.
Da Il Sole 24 ore

Print Friendly, PDF & Email