Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Sevel, Uilm: la visita di Marchionne testimonia impegno azienda

Chieti. Sevel, Uilm: la visita di Marchionne testimonia impegno azienda

“Siamo soddisfatti che ancora una volta il management della Fiat rappresenti nei luoghi produttivi del Gruppo l’intenzione a rimanere in Italia e ad investire all’interno dei confini nazionali: ora e’ la volta del sito Sevel ad Atessa. La soddisfazione e’ dovuta al fatto che come sindacato ci abbiamo messo energie e faccia per giungere a questo risultato positivo insieme all’azienda”. Lo ha detto Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, oggi a Lanciano per l’attivo regionale dei metalmeccanici del suo sindacato, guidati dal coordinatore regionale Michele Lombardo e da quello di Chieti, Nicola Manzi. “Abbiamo accettato – ha aggiunto Palombella – l’invito ad essere presenti il 9 luglio nello stabilimento abruzzese della Fiat perche’ le comunicazioni che fara’ l’Ad del Gruppo Sergio Marchionne sono il segno tangibile che la produzione automobilistica e di veicoli commerciali in Italia e’ indispensabile alla crescita industriale del Paese. Anche se la ripresa ritarda, come segnalano i dati odierni diffusi da Confindustria, con determinazione dobbiamo credere ad una svolta nella crescita manifatturiera. Non possiamo che risalire facendo sistema”. Il leader della Uilm ha anche fatto visita ai reparti produttivi della Honda di Atessa: “Una realta’ d’eccellenza – ha sottolineato Palombella – caratterizzata da un piano di riorganizzazione che ha pressoche’ dimezzato la forza lavoro nello stabilimento in questione, l’unico in Europa della Honda. La Uilm e’ fortemente impegnata nel sostenere in questo contesto opportunita’ di mercato, sviluppo e occupazione”.

FIAT: CASTIGLIONE, MARCHIONNE IN SEVEL RICONOSCE LAVORO REGIONE

Il vice presidente della Regione Abruzzo Alfredo Castiglione ha, inoltre, ricordato come sia “fondamentale investire in questo settore che da solo riesce a produrre circa il 50 per cento delle esportazioni regionali ed a determinare una percentuale considerevole del nostro Pil”. Secondo il vice presidente della Regione, “nel prossimo futuro, a partire dai bandi comunitari del periodo 2014-2020 e considerando altre provvidenze che arriveranno dal Governo nazionale, l’attenzione verso lo sviluppo dell’automotive dovra’ essere sempre crescente. Ecco perche’ non si potra’ prescindere dal potenziamento delle infrastrutture locali che consentono di agevolare il trasporto delle merci prodotte nella Val di Sangro verso le altre regioni italiane e verso quelle transfrontaliere. A tal proposito – ha rimarcato Castiglione – appare strategico il collegamento dei porti di Vasto ed Ortona con quelli croati di Ploce e Bar che rappresentano i terminali dei Corridoi europei 5 e 11. Infine, – ha concluso – mi auguro che si possa recuperare il completamento della Fondovalle Sangro che cosituisce un asse viario strategico nell’ottica del collegamento tra il versante adriatico e quello tirrenico”.

Print Friendly, PDF & Email