Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti: le 14 bandiere blu sono il baluardo contro l’estrazione petrolifera

Chieti: le 14 bandiere blu sono il baluardo contro l’estrazione petrolifera

Aumentano a 135, dalle 131 del 2012, le spiagge italiane da Bandiera Blu della Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) Italia. E  in questa speciale classifica l’Abruzzo conquista un quarto posto con ben 14 spiagge pulite.

Meglio solo la Liguria, 20 spiagge, Marche 18, Toscana 17.

I lidi abruzzesi sono: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi (Teramo); Francavilla al mare, Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto-Punta Penna/Vignola San Nicola, San Salvo (Chieti).

Secondo la nota del presidente della Provincia di Chieti Di Giuseppantonio, il dato è un ulteriore punto a favore del fronte politico e sociale largamente maggioritario che dice no a progetti di estrazione petrolifera che insistono proprio sui tratti di costa premiati con la bandiera Blu.

“La Bandiera Blu ottenuta da 7 Comuni della Provincia di Chieti conferma l’eccellenza del nostro litorale: fa ingresso nella rosa dei premiati il comune di Francavilla al Mare e si confermano Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia, Rocca San Giovanni, Vasto e San Salvo. Vengono premiati gli sforzi di coloro che credono nella tutela del territorio e nel turismo come industria che attrae investimenti e crea occupazione”. Su Casalbordino e Torino di Sangro, che hanno scelto volontariamente di restare fuori, spero che, anche con l’aiuto della Provincia, possano concorrere alla Bandiera Blu per la stagione 2014 perché le loro spiagge meritano e impreziosiscono la nostra costa”.

La Bandiera Blu è un marchio di qualità del mare e dei servizi che vede l’Abruzzo al quarto posto con ben 14 Bandiere Blu e questo dato porta ad un’unica conclusione: dobbiamo investire in un mercato in cui la domanda turistica é sempre più attenta all’ambiente e alla salvaguardia del patrimonio naturalistico.

Nella stessa direzione si é mossa finora la Provincia, portando avanti il Progetto della Via Verde della costa dei Trabocchi e il discorso della tutela della costa contro il fenomeno dell’erosione chiedendo alla Regione di realizzare le opere di difesa e consolidamento, fino ad intraprendere iniziative contro la petrolizzazione del mare antistante la nostra costa in funzione del turismo. É evidente che un vessillo prestigioso come la Bandiera Blu deve essere conservato continuando a lavorare proficuamente sugli indicatori che formano i criteri di giudizio: ovvero impianti di depurazione funzionanti, gestione dei rifiuti, cura dell’arredo urbano e delle spiagge. La Provincia, come sempre, sarà a fianco dei Comuni”.

Print Friendly, PDF & Email