Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiChieti. Commercio in crisi, incontro tra sindaco e associazioni di categoria

Chieti. Commercio in crisi, incontro tra sindaco e associazioni di categoria

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, presso il proprio ufficio, alla presenza dell’Assessore alle Attività Produttive, Antonio Viola, e del Dirigente del Settore Commercio del Comune di Chieti, Angela Falcone, ha avuto un incontro con le Associazioni di Categoria (Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna) al fine di esaminare le problematiche inerenti la crisi del commercio in Città. «L’Amministrazione Comunale non è sorda alle richieste degli esercenti commerciali, né tanto meno distante dalle esigenze dei singoli associati – ha dichiarato il Sindaco di Primio – quello di stamattina è stato un incontro sereno, a cui ne seguiranno degli altri, al fine di stilare delle priorità e degli obiettivi condivisi che possano aiutare o incentivare il commercio cittadino. Nel corso del confronto abbiamo parlato delle tante difficoltà che la nostra società sta affrontando in questo momento di crisi, ma soprattutto abbiamo stabilito un percorso, che intendo perseguire fortemente, volto alla condivisione delle scelte e dei progetti da realizzare per la città. Relativamente al confronto odierno sulle tassazioni e i tributi, dopo le delucidazioni sulle esose bollette Tares del 2013, aumentate a causa della necessità di sanare gli oneri post chiusura della discarica di Casoni, che il Comune non aveva versato dal 2007, ho anticipato a tutte le associazioni di categoria la volontà di approvare, quanto prima, il nuovo bilancio previsionale, al fine di regolamentare fin da subito le future tassazioni locali, che saranno senz’altro più contenute di quelle attuali. Nei prossimi incontri, infatti, dopo averne discusso con gli uffici competenti, porterò all’attenzione delle associazioni le proiezioni relative ai tributi locali, cui seguiranno i confronti sulla programmazione degli eventi e quelli sul programma delle opere pubbliche che vedranno la luce durante questo anno».

Print Friendly, PDF & Email