Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: tra le prime dieci regioni per costi della politica

Abruzzo: tra le prime dieci regioni per costi della politica

L’Abruzzo è tra le prime dieci Regioni italiane quanto a spesa pro-capite per indennità e pensioni ai consiglieri e per il costo del personale, ma è tra le ultime sui costi dei gruppi.
È questa l’analisi del Sole 24 Ore, riportata in un servizio di ieri sull’ondata di scandali che ha riguardato la Regione Lazio portando alle dimissioni della presidente, Renata Polverini.
Tra quelle con le uscite maggiori riferite ai residenti le Regioni più piccole, tra cui, quindi, anche l’Abruzzo. Ma, spiega il quotidiano economico, queste sono penalizzate perché hanno costi insopprimibili.
INDENNITÀ
L’Abruzzo si classifica all’ottavo posto, con una spesa per ogni cittadino residente pari a 669 euro, per un esborso complessivo di quasi 9 milioni di euro. Davanti molte “piccole” come Valle d’Aosta (4.176 euro), Molise (1.689), Basilicata (1.248), Umbria (837) e Friuli Venezia Giulia (835), ma anche una big: la Sardegna (1.210).
Fanalino di coda l’Emilia-Romagna, con soli 162 euro pro-capite.
Chi spende più di tutti in valore assoluto il Lazio, con i suoi 24 milioni, la Sicilia (22.350.000), la Sardegna (20.276.679), la Lombardia (18.180.000) e la Puglia (15.736.040).
Non dichiarate le uscite delle province autonome di Trento e Bolzano e della Liguria.
VITALIZI
È di 412 euro pro-capite la spesa dell’Abruzzo per i vitalizi, ma non sono conteggiate le indennità di fine mandato.
Davanti la nostra Regione, settima in classifica, di nuovo Molise (1.506 euro per ogni cittadino residente), Valle d’Aosta (1.161), Sardegna (1.005), Friuli (629) e Basilicata (529), un gradino più su anche la Sicilia, con una quota pro-capite di 417 euro ma la voce di bilancio maggiormente sostanziosa, 21.060.240 euro.
Per l’Abruzzo la cifra complessiva è pari a 5.531.314.
Lo studio sui vitalizi è compiuto sulla base dei rendiconti 2011 dei vari Consigli, fatta eccezione per l’Abruzzo, in cui il parametro preso a riferimento è quello del 2009, e Friuli Venezia Giulia (2010).
PERSONALE
Per i dipendenti della Regione si spendono complessivamente 12.740.881 euro che, diviso per il numero degli abruzzesi, fa 949, cifra che ci colloca al sesto posto in Italia, anche se mancano le dichiarazioni di Toscana, Lazio e Friuli.
In testa alla classifica la solita Valle d’Aosta (5.920.539 per una spesa pro-capite di 4.617 euro), ancora il Molise (4.233.697 per una quota di 1.324 euro), la Basilicata (7.648.349, quota 1.302) e la Sardegna (21.420.499, quota 1.279). Al quinto posto la Provincia di Trento con 5.522.413 di uscite per il personale e una quota di 1.043 euro.
La più “spendacciona” di tutte le Regione quanto a dipendenti è la Sicilia con i suoi 44,2 milioni l’anno.
GRUPPI CONSILIARI
È la voce su cui si sta concentrando l’attenzione in questi giorni dopo la notizia di “Abbuffopoli” nel Lazio.
Qui l’Abruzzo si distingue, e si piazza al 17° posto, davanti solo a Marche, Toscana e Puglia.
Per ogni cittadino si spendono 34 euro (il totale è 858.065), a fronte dei 625 del Molise (totale 2 milioni), dei 466 della Provincia di Trento (2.467.344 euro) e dei 456 della Valle d’Aosta (584.827).
Il Lazio non ha dichiarato le spese, ma a questo ci sta già pensando la procura di Viterbo, che ha aperto un’inchiesta sul “Laziogate”.
Da abruzzoweb

Print Friendly, PDF & Email