Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo: sostegno al settore dell’artigianato

Abruzzo: sostegno al settore dell’artigianato

L’EBRART, Ente Bilaterale Artigianato della Regione Abruzzo eroga prestazioni a sostegno del reddito di imprese e lavoratori del comparto artigiano. Possono beneficiare delle prestazioni erogate dall’Ente tutte le imprese che applicano i contratti dell’artigianato e i dipendenti.
Le prestazioni erogate dall’Ente sono di due tipologie:

Prestazioni di tipo A, derivanti dalla contrattazione e dalla legislazione nazionale, sono previste per:
Trattamento per i lavoratori dipendenti in caso di Contratto di Solidarietà
Sospensioni e Indennità di disoccupazione ordinaria
Licenziamento Apprendisti
Prestazioni di tipo B, derivanti da Accordi Regionali Confederali, sono previste in caso di:
Calamità naturali
Occupazione aggiuntiva
Innovazione tecnologica
Ristrutturazioni aziendali per il risanamento ambientale e la messa a norma degli impianti ai fini della sicurezza
Certificazione della qualità
Deposito brevetti
Assegno di studio
Contributo sanitario
Formazione per le imprese di servizio.
L’entità delle prestazioni si differenzia, a seconda del tipo di intervento, come segue:
Prestazioni di tipo A:

Trattamento per i lavoratori dipendenti in caso di Contratto di Solidarietà
Viene erogata al lavoratore dipendente una integrazione al trattamento economico, spettante per legge, pari al 12,50% per ogni ora di riduzione dell’orario e fino ad un massimo di 520 ore annue.
Sospensioni e Indennità di disoccupazione ordinaria
In caso di sospensione i lavoratori dipendenti hanno diritto ad una integrazione pari al 20% dei massimali di integrazione salariale INPS, parametrati all’orario di lavoro, per un massimo di 90 giorni.
Ha diritto al contributo il lavoratore che rientra tra i soggetti beneficiari dell’indennità ordinaria di disoccupazione.

Licenziamento Apprendisti
All’apprendista licenziato sarà erogata una quota pari al 20% dei massimali di integrazione salariale parametrati all’orario di cui alle norme di legge, per un massimo di 90 giorni.
Prestazioni di tipo B:
Calamità naturali
Il fondo interviene a favore delle aziende per il solo ripristino dell’attività lavorativa con esclusione dei danni a materiale grezzo/semilavorato/finito, in caso di:
danno diretto agli impianti, capannoni, aree attigue;
per sospensioni/riduzione di orario dei dipendenti a seguito del danno subito.
Nel primo caso l’Ente interverrà con un contributo pari al 20% delle spese riconosciute con un limite massimo di 3.000 euro.
Occupazione aggiuntiva
L’Ente eroga un contributo che va dai 500 ai 1.000 euro per ogni lavoratore assunto.
Innovazione Tecnologica; Ristrutturazione aziendale per l’Ambiente, la Sicurezza sul Lavoro; Certificazioni, Brevetti
Viene concesso un contributo fino 10% dei costi ammessi. In caso di leasing il contributo consiste nell’abbattimento di due punti percentuali del tasso di interesse triennale. L’importo massimo del contributo è di 3.000 euro.
Assegno di studio
L’Ente mette a disposizione dei titolari, dei soci, dei collaboratori familiari, dei lavoratori dipendenti un assegno di studio per i rispettivi figli fiscalmente a carico, fino ad un massimo di 1.250 euro.
Contributo sanitario
L’Ente mette a disposizione dei soci, titolari, collaboratori familiari, lavoratori dipendenti, un contributo del 10% della spesa sanitaria detraibile presentata nella denuncia dei redditi, fino ad un massimo di 700 euro per spese sanitarie superiori a 1.500 euro anno.
Formazione per le imprese di servizio
L’Ente interviene con un contributo paro al 70% dei costi, con un massimale di 500 euro per azienda nell’arco di 24 mesi, per le spese sostenute dalle aziende in caso di partecipazione dell’artigiano (sia esso socio o titolare), a corsi di formazione, aggiornamento professionale o sulla sicurezza sul lavoro.
L’impresa che vuole aderire all’ EBRART deve inviare la scheda di adesione ed effettuare i versamenti contributivi richiesti. (Fonte: Telematica Italia)

Print Friendly, PDF & Email