Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, Cibi d’Italia: due imprenditori della regione nell’area eccellenze

Abruzzo, Cibi d’Italia: due imprenditori della regione nell’area eccellenze

Alcuni per partecipare come espositori tra le eccellenze di tutta Italia, altri per visitare incuriositi il primo festival nazionale dell’agroalimentare made in Italy: centinaia di imprenditori agricoli abruzzesi si ritroveranno domani e dopodomani a Roma, nella splendida cornice del Circo Massimo, per partecipare a Cibi d’Italia, il primo festival dell’agroalimentare made in Italy promosso da Fondazione Campagna Amica e Coldiretti, inaugurato questa mattina dal presidente nazionale Sergio Marini. Coordinati dalla federazione regionale abruzzese, che ha organizzato appositi pullman per permettere ai propri soci di partecipare all’evento che terminerà domenica 30 settembre, gli imprenditori abruzzesi partiranno domani mattina per unirsi alle aziende abruzzesi selezionate e ritrovare nell’antica arena romana un po’ della propria terra. Nel circo Massimo, accanto alle produzioni di tutta Italia, ci saranno le aziende e i prodotti abruzzesi più rappresentativi: dallo zafferano di Navelli custodito in piccoli scrigni in ceramica alle lenticchie di Santo Stefano, dalle confetture più pregiate spalmate sul pane aquilano ai formaggi sottocrusca o stagionati in grotta, passando per i salumi profumati al tartufo, all’olio extravergine di oliva  e ai dolci di una volta, rivistati per i palati più esigenti e accompagnati da un bicchiere di Montepulciano. Insomma, l’Abruzzo della biodiversità enogastronomica e dell’originalità imprenditoriale che, all’interno del primo festival dell’agroalimentare made in Italy, si mostrerà in tutto i suoi profumi, colori e sapori.
Tra le aziende agricole abruzzesi ‘scelte’ per partecipare al festival che promette, e sta confermando le aspettative, oltre 200 mila presenze: dalla provincia di Chieti l’azienda agricola di Domenico Pasetti (vino), l’azienda agricola Paolucci di Ranieri Rossana (Vino), l’azienda agricola Sapori della Maiella di Domenico Imbastaro (conserve, olio, ecc), dalla provincia di teramo l’apicoltura Il favo d’oro di mazzocchetti Alessandro (miele e derivati) e l’azienda di Zarroli Gianluca (ortofrutta e marmellate); dalla provincia di Pescara l’agrozootecnica di Pierluigi Di Mascio (salumi), il caseificio di Antonio Lazzarini (formaggi), l’azienda agricola di Chiara Ciavolich (vino); dalla provincia aquilana l’azienda di silvia Rosa (zafferano), l’azienda agricola Fasciani di Kashina Svetlana (tartufi) e l’agriturismo sapori di Campagna di Gabriella Costantini, che preparerà farro e lenticchie calde. Un unico filo conduttore: la sostenibilità, la genuinità, la sicurezza delle produzioni, e soprattutto la voglia di rendere sempre più importante e apprezzato il made in italy di cui l’Abruzzo è orgoglioso di far parte.
A fare da cornice all’esposizione ci saranno i momenti di approfondimento con i convegni tematici ma anche altre numerosissime iniziative che hanno l’obiettivo fondamentale di far tornare a casa i consumatori con un seme ricco di conoscenze.  L’agricoltura sarà cibo, orto, giardino, cultura, natura, biodiversità, ma anche tecnologia, sicurezza alimentare, ambientale, storia, arte, innovazione, da vivere in mille modi. Sono previste infatti occasioni di degustazioni di olio, frutta, formaggi, vini, alle attività culturali di “Educazione alla Campagna Amica” dedicate ai più piccoli. Ci saranno corsi di giardinaggio, orticoltura, ma anche di cultura del verde; sarà presente la libreria dell’agricoltura e del buon cibo italiano.
Non ci sarà angolo del circo massimo che non sarà firmato <> e per due prodotti abruzzesi – il Montepulciano di Mimmo Pasetti (Francavilla al mare, Chieti) e lo zafferano di Silvia Rosa (Fagnano Alto, L’Aquila) –  il posto d’onore nell’olimpo dello spazio riservato alle eccellenze agroalimentari, in cui saranno sistemati solo i prodotti più blasonati. <> commenta il direttore della Coldiretti Abruzzo Simone Ciampoli <>.  

Print Friendly, PDF & Email