Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieAbruzzoAbruzzo, appalti sanità: Ecosfera dentro Sanitopoli, intercettazioni a Quarta

Abruzzo, appalti sanità: Ecosfera dentro Sanitopoli, intercettazioni a Quarta

Finiscono dentro Sanitopoli anche le intercettazioni sull’inchiesta Ecosfera, la società vincitrice della gara per il programma di cooperazione internazionale Ipa Adriatico 2007-2013 e che nella redazione del Piano Paesistico avrebbe potuto trarre vantaggi nelle zone in cui poteva progettare operazioni immobiliari in deroga agli strumenti urbanistici.

I pm del processo su presunte tangenti nella sanita’ privata abruzzese hanno chiesto oggi al Tribunale collegiale di Pescara di acquisire alcune intercettazioni telefoniche tra l’ex segretario generale dell’ufficio di presidenza della Regione Lamberto Quarta e i due consulenti nominati dalla difesa dell’ex governatore Ottaviano Del Turco. Le intercettazioni sono state effettuate dalla procura aquilana nell’ambito dell’inchiesta relativa alla societa’ di consulenza Ecosfera, che nel gennaio 2012 ha potato all’arresto di Quarta. Secondo i pm Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio le intercettazioni evidenziano alcune difformita’ rispetto a quanto riferito in aula dai consulenti Giacomo Gloria e Maurizio Arnone nel corso dell’udienza Sanitopoli. Il tribunale si e’ riservato. Intanto oggi e’ stata la volta della testimonianza dell’ex presidente della Regione Giovanni Pace. L’ex governatore si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere in quanto la procura ha fatto ricorso in appello contro la sua assoluzione da parte del gup del Tribunale di Pescara. Sempre oggi sono saliti sul banco dei testimoni l’ex moglie e l’ex suocera di Luigi Conga , ex manager della asl di Chieti. Le due donne hanno riferito di un episodio in cui l’ex titolare di Villa Pini Vincenzo Angelini avrebbe minacciato Conga. Tra le testimonianze di oggi anche quella dell’ex autista e della nipote di Conga. L’uomo ha sostenuto di non aver mai accompagnato l’ex manager da Angelini. La donna ha invece parlato della Porsche Cayenne, dove al momento dell’arresto di Conga fu trovata una valigetta contenente 113 mila euro.

Print Friendly, PDF & Email