Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiVal di Sangro, credito ad imprese: da lunedì incontri con banche territorio

Val di Sangro, credito ad imprese: da lunedì incontri con banche territorio

“Già dalla prossima settimana avvierò le convocazioni dei vertici delle principali banche del territorio per verificare la possibilità di concordare iniziative comuni a sostegno del credito alle aziende, soprattutto per quelle che operano nella zona industriale della Val di Sangro e del Vastese”. Lo annuncia il Consigliere regionale Emilio Nasuti. “E’ fondamentale – puntualizza Nasuti – che gli istituti di credito ci facciano capire se esiste una reale disponibilità ad agevolare le imprese nell’accesso ai finanziamenti e, se esistono invece criticità, ci indichino un percorso per superarle. Gli imprenditori, infatti, hanno la necessità di avere un quadro preciso di riferimento, su cui programmare l’attività dopo la pausa estiva. E la stessa esigenza viene manifestata dai lavoratori, che hanno bisogno di sicurezze in un periodo così complicato e delicato. L’auspicio è che le banche, in un momento in cui diventa difficile anche semplicemente pagare la rata di un mutuo, dimostrino di essere vicine al tessuto produttivo e sociale di un’area che finora ha contribuito tanto ai loro bilanci”. In un primo momento verranno convocati i rappresentanti di Bls, Carichieti, Tercas, Caripe e Banca dell’Adriatico, ma successivamente si procederà ad ascoltare anche gli altri istituti che, pur non avendo sedi direzionali in zona, operano comunque nei distretti industriali di Val di Sangro e Vasto-San Salvo. Il Consigliere regionale lancia anche un invito al Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio sul “Patto per l’automotive” sottoscritto nei giorni scorsi. “E’ senza dubbio positivo – precisa Nasuti – che Sindaci, sindacati e rappresentanti delle imprese abbiano siglato questo protocollo. L’auspicio è che però quest’intesa venga sottoposta all’adesione del Consiglio regionale, che già ha approvato una serie di documenti e provvedimenti che già vanno in questa direzione”.

Print Friendly, PDF & Email