Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaUnivaq al 1° posto nel 5 per mille e 3mila euro x borse studio

Univaq al 1° posto nel 5 per mille e 3mila euro x borse studio


L’Ateneo aquilano con 11.373 scelte espresse dai contribuenti italiani riceverà un finanziamento complessivo di 509.016 euro
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i dati relativi alle preferenze espresse dai contribuenti nell’anno 2009 (relativi ai redditi 2008) per la destinazione della quota del 5 per mille

 

e agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio.
Nell’elenco degli enti relativi al settore della ricerca scientifica, l’Università dell’Aquila risulta al primo posto tra le Università italiane con 11.373 scelte espresse dai contribuenti, seguita dall’Università La Sapienza di Roma con 6873 scelte.
L’importo complessivo relativo alle scelte dei contribuenti espresse in favore dell’Università dell’Aquila è stato di 317.996 euro al quale va aggiunto l’importo di 191.019 euro, relativo alla “scelte generiche” espresse a favore della ricerca scientifica, che è stato proporzionalmente ripartito tra gli enti ammessi al benefico.
In totale, dunque, l’Ateneo aquilano riceverà, grazie alle scelte dei contribuenti italiani, un finanziamento di 509.016 euro.
«Al di là dell’importo del finanziamento, comunque rilevante» – commenta il rettore prof. Ferdinando di Orio – «vorrei in particolare sottolineare il numero di scelte espresse dai cittadini italiani in favore della nostra Università, che sono circa il doppio di quelle espresse a favore dell’Università La Sapienza di Roma. L’attenzione dimostrata nei nostri confronti è la dimostrazione più significativa della credibilità che l’istituzione universitaria aquilana ha conquistato non solo nel contesto scientifico nazionale, ma anche a livello sociale e di comunità civile».
«I cittadini italiani» – continua il prof. di Orio – «hanno voluto sostenerci anche in considerazione dei danni causati dal sisma del 2009, riconoscendo gli sforzi da noi compiuti per riattivare da subito le nostre strutture accademiche e tornare alla normalità della vita accademica».
«Studieremo la possibilità» – conclude il prof. Di Orio – «di utilizzare questi finanziamenti per fornire ulteriori e migliori servizi per gli studenti, sviluppare ancora di più l’attività di ricerca con ricadute benefiche per il territorio, in termini di innovazione, di competitività e di occupazione». L’Aquila, Università: borse di studio da 3mila euro
“Tutte le borse di studio destinate agli studenti dell’Università dell’Aquila saranno finanziate con il contributo di 3 mila euro stabilito inizialmente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri”. Ad annunciarlo è il Vice Presidente vicario del Consiglio regionale Giorgio De Matteis, dopo l’incontro tra i commissari delle Adsu abruzzesi (Aziende per il diritto agli studi universitari) e i dirigenti dell’Assessorato regionale all’istruzione.
L’incontro era stato convocato per risolvere la vicenda delle risorse aggiuntive stanziate dal Governo nazionale per il finanziamento delle borse di studio 2008-2009 degli studenti iscritti all’Ateneo aquilano. I fondi, infatti, in un primo momento erano stati ripartiti in modo non conforme a quanto stabilito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. “Finalmente – puntualizza De Matteis – si può scrivere la parola fine su questa storia, ma non è l’unica buona notizia per L’Aquila. L’Assessore regionale Paolo Gatti, infatti, ha dato la propria disponibilità a reperire risorse di provenienza statale da finalizzare ad interventi a favore della popolazione giovanile aquilana, dai ragazzi delle superiori fino all’università. Nei prossimi giorni definiremo i dettagli di questo progetto, che contiamo di poter illustrare al più presto in tutti gli aspetti”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi