Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaTurismo: Abruzzo escluso dalle mete segnalate alla stampa estera

Turismo: Abruzzo escluso dalle mete segnalate alla stampa estera

L’agenzia governativa del turismo, l’Enit, ha escluso del tutto l’Abruzzo dalle mete segnalate per il 2011

 

alla stampa estera: al di là delle chiacchiere di Chiodi e Di Dalmazio, questo centrodestra sta facendo malissimo all’economia della regione. Lo denunciano il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci ed il consigliere regionale Giuseppe Di Luca.”Nell’Agenda 2011 consegnata ieri ai giornalisti stranieri e disponibile sul sito dell’Enit – sottolineano Paolucci e Di Luca – sono indicati 121 eventi culturali, 9 nuovi musei, 10 eventi sportivi di tutta Italia, ma non c’é neppure un riferimento ad una manifestazione o una iniziativa dell’Abruzzo. E come se non bastasse, nell’elenco delle 35 card a disposizione dei visitatori non c’é un solo cenno a quelle realizzate dagli operatori abruzzesi”.
“Questo vuol dire – aggiungono – che nonostante il fumo gettato negli occhi degli operatori e le cifre vittoriose diffuse pochi giorni fa, nessuno dalla Regione si è preoccupato di segnalare a Roma gli sforzi che le imprese del turismo, le associazioni di categoria, i dipendenti del settore e molti enti locali stanno facendo per rilanciare l’immagine dell’Abruzzo.Particolarmente grave è il risultato portato a casa dal Comune di Pescara, che ha speso 300 mila euro per organizzare il festival dannunziano e altri 80 mila per ingaggiare un consulente nazionale: 380 mila euro spesi per non essere neppure citati da un governo ‘amico’. Pensare – sottolineano Paolucci e Di Luca – che Di Dalmazio è anche coordinatore degli assessori al turismo delle Regioni italiane. Un’umiliazione a tutto tondo per il turismo abruzzese che merita decisamente una gestione meno chiacchierona e più concreta”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi