Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaTerremoto: l’Irpinia si è fermata a ricordare. Cos’è cambiato?

Terremoto: l’Irpinia si è fermata a ricordare. Cos’è cambiato?

Trentaquattro anni dopo il devastante terremoto del 23 novembre 1980 l’Irpinia si è fermata ieri a ricordare. Sono state numerose le manifestazioni per commemorare ciò che accadde alle 19.34 di quella indimenticabile domenica di morte e distruzione. Un bilancio amaro dopo la scossa con una magnitudo 6.9 della scala Richter che causò quasi 3mila morti, 9.000 feriti, 300mila senza tetto, 150mila abitazioni distrutte. Come riportato da un organo di stampa «il tempo ha placato le furenti polemiche sull’erogazione dei fondi per la ricostruzione delle case e per le risorse destinate allo sviluppo industriale». Decenni e decenni dopo ci si chiede cos’è cambiato oggi in Italia in ottica di prevenzione per le aree ad alto rischio sismico? Ben poco. E quanto accaduto nella città dell’Aquila il 6 aprile 2009 ne è la testimonianza. Dopo la scossa delle 3.32 è seguita la devastazione che ha causato 309 vittime e numerosi feriti. Vite spezzate, sogni e sacrifici di una vita andati all’aria in pochi secondi. …continua a leggere…

FONTE: www.stanza-antisismica.it

Print Friendly, PDF & Email