Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo,viabilità: sabato apre ponte tra Marche e Abruzzo

Teramo,viabilità: sabato apre ponte tra Marche e Abruzzo

 

Sara’ inaugurato sabato prossimo alle ore 11,30 il nuovo ponte della statale 16 sul fiume Tronto, tra i comuni di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) e Martinsicuro (Teramo). L’opera e’ di proprieta’ dell’Autorita’ di bacino del Tronto ed e’ stata realizzata dalla Provincia di Teramo.

L’opera, costata circa 9 milioni di euro, si presenta con una struttura a quattro campate “in curva di 186 metri” con una piattaforma stradale larga 16 metri, tale da contenere le due corsie per i sensi di marcia e di una banchina ad uso pedonale ed una ad uso ciclabile. Unitamente alla realizzazione del ponte, sul lato abruzzese e’ stato eliminato il pericoloso incrocio stradale tra la SS 16 e la strada provinciale Sp 1 del Tronto, realizzando una rotatoria che ha migliorato la sicurezza stradale e la capacita’ di deflusso della circolazione. Dopo l’apertura al traffico del nuovo ponte, si procedera’ alla demolizione del ponte attuale. All’inaugurazione, che si terra’ sul nuovo ponte, interverranno le massime autorita’ delle due regioni messe in collegamento dall’opera: il presidente del Comitato Istituzionale dell’Autorita’ di bacino, Antonio Canzian, i presidenti della Regione Marche Gian Mario Spacca e della Regione Abruzzo Giovanni Chiodi, il presidente della Provincia di Teramo, Valter Catarra e quello di Ascoli Piceno Piero Celani, i sindaci dei Comuni di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari e di Martinsicuro Abramo Di Salvatore, il vescovo di San Benedetto del Tronto Monsignor Gervasio Gestori oltre ai rappresentanti Anas e degli altri Enti e soggetti che hanno permesso la realizzazione dell’opera. Il programma complessivo di messa in sicurezza idraulica del tratto terminale del fiume Tronto prevede anche la realizzazione di un “monolite scatolare in affiancamento in destra idrografica al ponte ferroviario” i cui lavori sono stati gia’ avviati dalla Provincia di Ascoli Piceno in qualita’ di ente attuatore, per un importo complessivo di oltre 4 milioni e 800mila euro messo a disposizione della stessa Autorita’ di bacino. Il “monolite” sara’ installato con un procedimento particolarmente innnovativo, senza interrompere il traffico ferroviario. Infine, nell’ambito dell’intervento, e’ stata avviata anche la delocalizzazione di un’azienda industriale con successivo smantellamento dei capannoni e la conseguente possibilita’ di effettuare l’allargamento della sezione di deflusso del fiume Tronto nel tratto compreso tra il ponte stradale ed il ponte ferroviario (costo circa 3 milioni di euro).

Print Friendly, PDF & Email

Condividi