Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo: sindacati preoccupati per personale Tercas

Teramo: sindacati preoccupati per personale Tercas

Il Sinalp (Confederazione Sindacale Nazionale Autonoma dei Lavoratori e dei Pensionati, di Teramo) esprime in una nota preoccupazioni per le sorti di Tercas, in particolare per i dipendenti. “Questi subiranno, dovendo rinunciare al premio di rendimento (l’ultimo bilancio denuncia una perdita di 9milioni di euro), un danno certo e uno potenziale – denuncia il Sinalp. Infatti rischiano il posto di lavoro a seguito della probabile ristrutturazione. Il nuovo direttore Mario Pilla ha ribadito che la banca non e’ un agenzia immobiliare e che le garanzie fondate sugli immobili non rientra nel loro modo operandi, ma forse – e’ il giudizio espresso dalla segreteria sindacale che si mostra critica verso alcune operazioni finanziarie – qualche operazione in meno sulla finanza ‘creativa’ e piu’ mutui e crediti alle piccole attivita’ locali invece di concedere alcune decine di milioni di euro ad immobiliaristi da cui non potra’ avere immobili a copertura del debito, non avrebbe determinato l’attuale situazione”. Il Sinalp, poi, manifesta preoccupazione per “lo sciacallaggio dei grandi gruppi bancari che si aggirano come avvoltoi in cerca di facili prede”, sostenendo inoltre che, “e’ anche il momento dell’avvicendamento politico. Noi auspichiamo, perche’ ci sono i presupposti, che il gruppo rimanga locale, che il commissario, per ovvie ragioni, riduca al minimo la sua presenza, che la politica faccia un passo indietro, altrimenti si potrebbe creare un oligopolio bancario sbilanciando gli assetti socio/politici a danno della democrazia partecipativa. Il nostro sindacato sara’ attento e vigile – conclude il Sinalp – monitorera’ costantemente l’operato dei deputati al commissariamento tutelando i lavoratori bancari sotto tutti i punti di vista”. Banca Tercas, 10 giorni fa, fu messa da Bankitalia in amministrazione straordinaria provvedendo a sciogliere gli organi amministrativi del principale istituto di credito teramano. “La proposta – recitava il comunicato di Bankitalia – e’ stata formulata a seguito delle risultanze di accertamenti ispettivi di vigilanza disposti anche a seguito del coinvolgimento di Tercas in un procedimento penale della Procura di Roma, relativo al fallimento di un gruppo immobiliare”

Print Friendly, PDF & Email