Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, provincia: tagli da 3,7mln, stipendi a rischio?

Teramo, provincia: tagli da 3,7mln, stipendi a rischio?

La Provincia di Teramo non ha tratto benefici dal maxiemendamento alla legge di stabilità passato in Senato. Come una scure, inesorable e fatale, il Governo ha disposto un’ulteriore taglio di 3,7 milioni di euro per l’Ente teramano: il presidente Valter Catarra ha subito riunito gli assessori e i dirigenti per studiare correttivi, sempre più impossibili per un bilancio che non ha più gambe per camminare. «Ormai è cristallino che questo Governo Andremo avanti? Il 75 per cento della province probabilmente non risucirà a chiudere i bilanci. Con un altro taglio di questo tenore significa che siamo a rischio pagamenti degli stipendi..». Questo taglio di fondi comporteranno «una diminuzione dei servizi e penso ai centri per l’impiego o a Teramo lavoro o a servizi all’interno di altri settori, come al Genio civile. Certo è che deve esser cristallino per tutti che le responsabilità di questo Governo sono immense: hanno rovinato il territorio e lo stanno rovinando ancora, continuando con una pervicacia che è incomprensibile». Dunque stipendi a rischio? «Adesso non vorrei fare del terrorismo, perché non è il momento. Intanto per la cassa cercheremo di ottenere dal Governo quello che ci spetta: vantiamo un credito di 13 milioni di euro e adesso faremo un decreto ingiuntivo di pagamento e ce li dovranno dare; abbiamo altre risorse, circa 3 milioni di euro, e con queste copriremo i problemi di cassa nei confronti dei lavoratori e dei fornitori di servizi (le imprese vantano pagamenti arretrati per 3 mln di euro, ndr). Ce la faremo? Sarà dura, dubito che non solo la Provincia di Teramo ma anche la gran parte delle altre avranno enormi difficoltà». 
Da emmelle

Print Friendly, PDF & Email