Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo. Prevenzione sismica: tre giorni di simulazioni in Val Vibrata

Teramo. Prevenzione sismica: tre giorni di simulazioni in Val Vibrata

Tre giorni di simulazioni, addestramento, dibattiti e incontri, a Tortoreto, allo scopo di fornire ai volontari le competenze e gli strumenti necessari ad intervenire in caso di sisma e testare l’efficienza della struttura organizzativa della Protezione Civile della provincia di Teramo. Ma anche un’occasione per parlare di dissesto idrogeologico e tutela del suolo, in definitiva di come proteggere il territorio in cui viviamo non solo dai disastri naturali ma anche dalla mancanza di adeguate azioni di tutela.

La complessa esercitazione, organizzata da Protezione Civile Val Vibrata e Centro Servizi per il volontariato di Teramo in collaborazione con il COPE (Consorzio Punto Europa Teramo) e l’Unione dei Comuni Val Vibrata, coinvolgerà centinaia di volontari di tutte le associazioni di Protezione Civile della provincia di Teramo che, da venerdì 22 maggio a domenica 24 maggio, si raduneranno presso il campo base allestito negli spazi antistanti lo stadio comunale situato nella zona sud di Tortoreto Lido (l’ingresso è in via Napoli, tra l’inizio del lungomare e la statale 16). “Ci apprestiamo a svolgere – sottolinea il presidente del CSV, Massimo Pichini – una esercitazione che prevede la verifica delle reali potenzialità e delle professionalità delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile presenti nel territorio della provincia di Teramo, le quali svolgono un ruolo insostituibile come hanno ben dimostrato in occasione dei tragici eventi dell’Aquila sei anni fa”. “Un grazie speciale– aggiunge il presidente della Protezione Civile Val Vibrata, Rossano Ruggieri – ai volontari che con il loro impegno rendono possibile ciò che sembra impossibile e contribuiscono ad ampliare la grande famiglia della protezione Civile. Uomini e donne i cui gesti e le cui azioni sono spesso invisibili ma senza i quali ci sentiremmo perduti”.

Un’iniziativa, la tre giorni di esercitazione, possibile anche grazie al progetto europeo Holistic, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Europea IPA ADRIATIC CBC di cui il COPE è partner progettuale insieme ad altri 19 enti provenienti da otto Paesi che si affacciano sull’Adriatico. “Le opportunità offerte dalla progettazione europea – commenta il presidente del Consorzio Punto Europa Teramo, Giovanni Luzii – riservano sempre più specifica attenzione alla salvaguardia del territorio, potendo aiutare e guidare gli Enti territoriali nel più efficace utilizzo delle risorse e mediante la cooperazione internazionale, al fine di porre in essere misure congiunte e protocolli di intervento basati sulle buone pratiche e sull’esperienza di più attori provenienti da diverse nazioni”.

Ecco di seguito il programma. Si parte venerdì, alle ore 11, con una conferenza pubblica in cui sarà presentata la manifestazione e si farà il punto sulle esperienze maturate nell’ambito del progetto Holistic. L’incontro, coordinato dal COPE e dal CSV di Teramo, sarà aperto anche agli organi d’informazione e si terrà nella sede dell’Arit, a Tortoreto.

Sempre venerdì, alle ore 15, si darà il via alla prima simulazione con le operazioni di intervento previste in caso di due scosse sismiche (rispettivamente di magnitudo 3.8 e magnitudo 4.2 sulla scala Richter). Dopo l’allerta generale, seguiranno l’arrivo delle squadre di emergenza in zona campo base, il posizionamento delle tende e della mensa e i primi soccorsi.

Nella mattina di sabato, invece, alle ore 8.40, è prevista la simulazione di una scossa sismica di magnitudo 5.7 (di poco inferiore a quella del sisma dell’Aquila del 2009) che darà il via alle operazioni di emergenza con esercitazioni di comunicazioni radio, attivazione delle squadre di intervento e partenza verso le zone disastrate. Alle ore 8.50, quasi contemporaneamente, si procederà all’evacuazione (simulata) delle scuole nei Comuni della Val Vibrata e all’accoglienza di rifugiati e feriti nel campo base. Qui, alle ore 11, è prevista un’operazione di spegnimento incendio.

Nel pomeriggio di sabato, alle ore 16, si terrà un seminario sul dissesto idrogeologico a cura della Protezione Civile Val Vibrata. Interverranno i geologi Alessandro Venieri e Maurizio Rosa (Provincia di Teramo), Adriana Cavaglià (Ordine Regionale dei Geologi), Cosimo Golizia (Presidente European Disaster Manager).

La chiusura è prevista domenica, alle ore 9, con una messa collettiva a cui parteciperanno rappresentanti istituzionali e cittadini e che precederà lo smontaggio di tende e attrezzature.

Print Friendly, PDF & Email