Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, pesca: nasce secondo gruppo azione costiera

Teramo, pesca: nasce secondo gruppo azione costiera

Da oggi la Regione può vantare un secondo Gruppo di Azione Costiera (G.A.C.) che interesserà il litorale teramano da Silvi a Martinsicuro e si pone come priorità l’incremento del valore aggiunto dei prodotti ittici della pesca, la diversificazione delle attività legate alla pesca, lo sviluppo sostenibile del territorio e dell’ambiente e la valorizzazione dell’immagine territoriale. Questa mattina, a Pescara, presso la sede della Presidenza, è stata firmata la convenzione tra la Regione, rappresentata dall’assessore con delega alla Pesca, Mauro Febbo, e il Gruppo di Azione Costiera «Costa Blu», collocatosi in posizione utile nella graduatoria dell’Avviso pubblico finalizzato alla attuazione della Misura 4.1 (Asse 4) del P.O. FEP 2007-2013. Per la Regione è intervenuto anche il Dirigente del Servizio Economia Ittica, Antonio Di Paolo. A rappresentare il GAC è stato Maurizio Ferrari, presidente dell’Ente Porto di Giulianova che è capofila del progetto. Gli altri componenti sono la Provincia di Teramo, la Camera di Commercio di Teramo, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, Federcoopesca, Coldiretti pesca, Federpesca, Lega Pesca, Osservatorio nazionale pesca, Gruppo Consorform, CNA, Consorzio Abruzzo Qualità, Confcommercio, Confesercenti e Circolo Nautico Vallonchini. All’importante appuntamento hanno partecipato due autorevoli rappresentanti di FARNET, la struttura comunitaria che affianca il processo di realizzazione dei Gruppi di Azione costiera in tutto il territorio dell’Unione europea. Si tratta di Monica Burch e Carlo Ricci che in Italia stanno effettuando una ricognizione dell’implementazione dell’asse IV del FEP, e in questo periodo osservano, in particolare, l’avanzamento del processo in Abruzzo. L’occasione è stata utile per scambiare informazioni sui piani del GAC «Costa Blu», al fine di conoscere ed approfondire meglio le prospettive di sviluppo che la costa teramana si aspetta dalla realizzazione degli interventi dell’asse IV del Fondo europeo della Pesca. «L’importo complessivo previsto per l’attuazione degli interventi, che riguardano l’areale della Costa dei Trabocchi, ammonta ad 1 milione 200 mila euro. Una somma analoga – spiega l’assessore Mauro Febbo – è stata già destinata agli interventi da realizzare nel territorio del GAC costituito sulla Costa chietina, per arrivare ad un importo complessivo per l’attuazione della Misura, di oltre 2 milioni 400 mila euro. La firma di questa seconda convenzione – sottolinea l’assessore – si colloca all’interno di una chiara strategia politica che punta alla valorizzazione dell’economia del mare, ed in particolare la Pesca, che rappresenta un comparto essenziale per la nostra costa e la nostra economia. Si tratta di un passaggio prestigioso che, oltretutto, conferma come l’Abruzzo sia all’avanguardia in Italia nell’attuazione di uno dei percorsi più innovativi in materia di interventi a sostegno degli Operatori della Pesca e che guarda anche alla nuova Programmazione 2014-2020. Con la chiusura di questo percorso attivato grazie al lavoro della Direzione regionale Pesca, saremo i primi in Italia a firmare due convezioni con i GAC costituiti sul territorio».

Print Friendly, PDF & Email