Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo. No Triv denunciano: lo Stato si appella contro il no del Tar alle trivellazioni

Teramo. No Triv denunciano: lo Stato si appella contro il no del Tar alle trivellazioni

Permesso di ricerca Colle dei Nidi: lo Stato presenta appello al consiglio di stato contro la sentenza del tar Lazio. Le compagnie petrolifere no. Schiaffo inaccettabile di Renzi e Guidi alle comunita’ locali ed alla regione Abruzzo.

Lo scorso 22 luglio l’Avvocatura Generale dello Stato, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico (Guidi) e della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Renzi) ha presentato appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Lazio che ha annullato il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi “Colle dei Nidi” che ricade quasi interamente nel territorio delle provincia di Teramo (https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=V6NAUU6IFVKMBQJWCNEVCRGUBI&q=Colle%20or%20dei%20or%20Nidi).

E le compagnie petrolifere uscite sconfitte dopo il giudizio di primo grado? Sembrerà un paradosso -in realtà non lo è- ma non hanno mosso un dito.
Tanto c’è qualcun altro che lo ha fatto al loro posto utilizzando i soldi dei contribuenti: lo Stato (!!). Proprio lo Stato che invece dovrebbe avere a cuore la tutela degli interessi di noi cittadini e non intasare il Consiglio di Stato con questioni che attengono ad una causa persa in partenza.

L’arroganza e la prepotenza dell’Avvocatura Generale dello Stato si è spinta oltre, fino a notificare l’atto di appello per conto della Regione Abruzzo che invece aveva deliberato da tempo, con apposito atto notificato anche al MISE, di cambiare completamente rotta e di schierarsi a favore dei Comuni di Bellante, Mosciano e Campli, e della Provincia di Teramo.

Forte invece di una decisione assunta a suo tempo dall’ex Presidente Chiodi che aveva dato mandato all’Avvocatura Generale dello Stato di rappresentare in giudizio anche la Regione Abruzzo, MISE e Presidenza del Consiglio dei Ministri sono andati avanti ignorando quanto deliberato dalla Giunta.

Il Presidente D’Alfonso anziché cercare il dialogo con Roma, mostri invece i denti e ricordi al Presidente del Consiglio Renzi che gli Abruzzesi sono gentili ma anche forti e determinati.

CON QUESTO GOVERNO NON SI DIALOGA.

Se Renzi vuole lo scontro nelle aule dei Tribunali, lo avrà. Sia in mare sia a terra le trivelle non passeranno.

Coordinamento Nazionale No Triv

Print Friendly, PDF & Email