Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo: furti e scassi ai danni delle aziende, tante denunce, tutte inutili

Teramo: furti e scassi ai danni delle aziende, tante denunce, tutte inutili

 

Sono Bruno Cardelli, titolare della Ge.di.ca. Srl e da più di un anno, insieme ad altri colleghi del teramano, sono nel mirino di più malviventi che forzano i miei distributori automatici sparsi nel territorio teramano, saccheggiandone il contenuto in monete. Abbiamo fatto

 

numerose denunce, anche interventi in televisione, ma senza alcun esito. Ogni furto causa alla mia azienda un danno monetario che si aggira tra i 500 ed i 2000 euro, tra manomissione delle macchine distributrici ed incassi.
Ho fatto la prima denuncia il 13 agosto 2009 presso la caserma di Teramo depositando prove filmate tramite telecamera di sorveglianza: un malvivente è stato fermato e poi rilasciato. Dopo, da parte delle Autorità, il nulla.
La mia azienda sta perdendo giornalmente liquidità e conta ingenti danni alle macchine distributrici.
Gli ultimi furti non li ho più denunciati, visto che non c’è modo di fermare i malviventi: comincio a pensare che dovrò farmi giustizia da solo. Di sera mi aggiro nelle zone in cui sono posizionati i miei distributori, perché non c’è altro modo per tutelarmi.
Stando ai consigli che ho ricevuto da alcuni esponenti delle Autorità, sarei costretto anche a licenziare del personale, in tutto ho 12 addetti:  mi sono sentito dire che dovrei togliere le macchine dai posti “più a rischio” per risolvere il problema in modo definitivo.
… peccato che l’attività della mia impresa abbia il proprio core business proprio nella vendita e distribuzione a mezzo di macchine automatiche.
La situazione è ormai divenuta paradossale.
Mi aspetto che questa denuncia ai mezzi di comunicazione sia resa pubblica e balzi all’attenzione di “qualcuno” che possa fare giustizia e restituire la nostra vita ad una realtà fatta di legalità e certezza del diritto.
Qualora fossimo costretti a “farci giustizia da soli” tutta la collettività subirebbe un danno irreparabile in termini di dignità e di progresso civile.
La domanda legittima è: cosa ci stanno a fare le autorità se, anche a fronte di telecamere di sorveglianza, non si riesce a fermare un reato reiterato per un tempo lunghissimo? Non sarebbe più legittimo, dunque, licenziare il personale inadeguato a tutelare il diritto dei cittadini in luogo dei dipendenti delle imprese?
Bruno – Gedica Srl
news@gedicasrl.it

Print Friendly, PDF & Email

Condividi