Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo. Fisco: accordo antievasione tra Agenzia Entrate, Gdf e procura

Teramo. Fisco: accordo antievasione tra Agenzia Entrate, Gdf e procura

E’ stato siglato questa mattina un accordo di collaborazione tra il procuratore capo della Repubblica di Teramo, Antonio Guerriero, il direttore regionale Abruzzo dell’Agenzia delle Entrate, Federico Monaco, e il comandante provinciale della Guardia di finanza di Teramo, Alessandro Primavera (presente anche il comandante regionale Abruzzo delle Fiamme Gialle, Flavio Aniello) con il quale vengono stabilite nuove forme di collaborazione e di comunicazione a contrasto dell’evasione fiscale di rilevanza penale. L’accordo mira innanzitutto a rafforzare l’attività finalizzata al recupero a tassazione dei cosiddetti proventi illeciti, cioè dei guadagni derivanti dal compimento di attività illecite di natura civile, penale o amministrativa, qualora non sottoposti a sequestro o confisca. Il documento dà inoltre efficace attuazione alla nuova disciplina dei cosiddetti costi da reato introdotta dal decreto legge 16/ 2012, ovvero dei costi sostenuti – nell’ambito delle attività imprenditoriali o professionali regolari – per l’acquisizione di beni e servizi direttamente utilizzati per il compimento di attività criminali, per i quali la legge ne dispone la non deducibilità ai fini della determinazione dei redditi quando il Pubblico Ministero abbia esercitato l’azione penale. L’accordo disciplina nel dettaglio anche le modalità operative per favorire il sequestro dei patrimoni accumulati illecitamente, per un valore corrispondente alle imposte evase. Sul piano della comunicazione, infine, il protocollo prevede, quale elemento di novità rispetto al passato, la creazione di una rete di referenti cui è attribuito il compito di garantire, nel rispetto del segreto istruttorio, la circolarità di informazioni e documenti di interesse comune per tutti gli attori coinvolti nelle attività di contrasto all’evasione fiscale. Agevoleranno tale compito i nuovi canali comunicativi di posta elettronica, sui quali viaggeranno le notizie necessarie a realizzare – grazie ad un interscambio informativo organico e ben strutturato – una rapida ed efficace sinergia fra procedimento penale e procedimento tributario.

 

Print Friendly, PDF & Email