Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, firmato accordo su centrali idroelettriche

Teramo, firmato accordo su centrali idroelettriche

Accordo raggiunto tra il Consorzio BIM Vomano-Tordino di Teramo e Enel Produzione per la definizione degli importi ICI riferiti al periodo 2006-2011. L’intesa, siglata da Franco Iachetti, presidente del Consorzio Bim, e Michele Maranci, responsabile Hydro Centro per Enel, permetterà all’azienda di ottemperare al pagamento, assicurando al territorio un contributo di fondamentale importanza per gli Enti interessati. Enel e BIM hanno avviato da tempo un dialogo congiunto con l’Agenzia del Territorio per la determinazione delle nuove rendite catastali degli impianti idroelettrici, ai sensi di quanto disposto dalla legge Finanziaria 2005. Il dialogo tra ente e azienda ha permesso di condividere i criteri per il calcolo del valore dei beni per quanto riguarda le centrali di Provvidenza, San Giacomo, Piaganini e Montorio. L’importo per il periodo 2006 – 2011 è pari complessivamente a 2,7 milioni di euro. L’accordo riguarda i comuni Basciano, Castelli, Colledara, Cortino, Crognaletto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano,  Penna Sant’Andrea, Pietracamela, Rocca Santa Maria, Teramo, Torricella Sicura, Tossiccia e Valle Castellana. “Ancora una volta il lavoro svolto dal Consorzio Bim ha portato un risultato concreto per la crescita del territorio – ha commentato Iachetti – L’accordo va a beneficio di 15 Comuni che hanno delegato il BIM a dialogare con Enel per individuare soluzioni condivise e che oggi accolgono con grande soddisfazione il risultato ottenuto”. “Enel ha sempre rispettato con scrupolo le disposizioni in vigore in materia di calcolo dell’ICI. – ha sottolineato Maranci – Allo stesso tempo è nostra precisa volontà prevenire l’insorgere di incomprensioni e l’apertura di contenziosi. L’accordo dimostra che il confronto e il dialogo con il territorio sono in grado di produrre comportamenti virtuosi e risultati tangibili che vanno a beneficio degli operatori, delle amministrazioni e della collettività”.

Print Friendly, PDF & Email