Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, Coldiretti: “ingiuste sanzioni ad allevatori”

Teramo, Coldiretti: “ingiuste sanzioni ad allevatori”

La Coldiretti Teramo giudica «inappropriate e ingiuste le sanzioni pervenute a diversi allevatori della provincia da parte del locale Dipartimento Veterinario della Asl». Alcuni allevatori ovi-caprini, si legge in una nota, hanno segnalato di essere stati oggetto di multe non comminabili per aver omesso l’inserimento dei codici identificativi degli animali nella banca dati informatizzata. Premesso che «trasparenza e sicurezza dei prodotti dell’allevamento locale sono da sempre garanzia di qualità per il consumatore finale», dice il direttore Coldiretti, Raffaello Betti, «ci preme evidenziare l’iniquità dei verbali di accertamento e contestazione che fanno riferimento a regolamenti comunitari e disposizioni regionali che non sussistono». Coldiretti si è attivata presso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo, che detiene la Banca Dati Informatizzata, nonchè presso il Ministero della Salute a Roma e il dirigente regionale del Servizio Sanità Veterinaria riscontrando che «l’obbligo oggetto dei verbali di accertamento non esiste poichè mai indicato nei regolamenti citati e nelle disposizioni regionali cui si fa riferimento nelle sanzioni». Coldiretti fa sapere che «la normativa attualmente in vigore non prevede l’obbligo di comunicare i dati identificativi degli animali alla banca dati e l’eventuale omissione non può essere passibile di sanzione amministrativa». L’organizzazione di categoria confida nel «sostegno delle istituzioni locali affinchè gli allevatori teramani non si trovino di fronte a ulteriori ostacoli in un momento già difficoltoso a causa della grave crisi economica».

Print Friendly, PDF & Email