Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo, ambiente: i vincitori del concorso Playenergy

Teramo, ambiente: i vincitori del concorso Playenergy

Quasi 200 scuole e circa 9mila studenti partecipanti da tutta la regione: sono questi i numeri abruzzesi del concorso Enel Playenergy, che vede studenti delle scuole di ogni ordine e grado confrontarsi con i temi dell’energia e dell’ambiente. La giuria regionale si e’ riunita presso la sede della Provincia di Teramo per selezionare i vincitori abruzzesi. “Siamo ben felici di ospitare per la seconda volta la giuria del concorso – ha detto nel saluto il Presidente Valter Catarra – perche’ non vi e’ dubbio che questa Provincia ha un’anima verde e che questa come altre iniziative assunte dall’Enel hanno un grande impatto su quella fascia di popolazione, i giovani, che ci interessa sensibilizzare per ottenere significativi cambiamenti nei comportamenti individuali e collettivi a favore di un sistema ecosostenibile. Lo scorso anno, poi -a ricordato Catarra – le scuole teramane, si sono particolarmente distinte con i loro lavori e alcune di loro sono arrivate a conquistare le posizioni migliori anche nella fase internazionale del concorso. Una qualita’ che noi abbiamo registrato e che abbiamo valorizzato all’interno del nostro progetto del Patto dei Sindaci”. A valutare i progetti, l’assessore all’Ambiente alle Politiche energetiche della Provincia di Teramo Francesco Marconi, Pina Manente, Responsabile Ufficio Stampa Provincia di Teramo, Lorenzo Colantonio, vice caporedattore de Il Centro, Francesco Dolceamore dell’Unita’ di Business Enel di Montorio al Vomano e Michele Famularo, Enel Distribuzione Zona Teramo. La giuria ha assegnato il premio per la Scuola Primaria alla classe 4° B dell’istituto “Nostra Signora” di Pescara, insegnante Paola Di Marco, per il progetto “Didattica, domotica e…Giraffe” sempre piu’ eco-tecnologiche, con tre presentazioni sugli ambiti di utilizzo di energia piu’ vicini ai ragazzi (casa, scuola, strada) e l’ideazione di stazioni di servizio futuribili, le “Giraffe Tecnologiche”, con piu’ servizi integrati, dall’illuminazione stradale alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Per la scuola Secondaria di 1°grado, la giuria ha scelto di premiare le classi seconda e terza M della Scuola “Mazzini” di Pescara, insegnante Carla Antonioli, per il progetto “Casa Viva che respira. Pensa sostenibile!”, che ha visto i ragazzi impegnati nella realizzazione di due video contenenti nozioni base sulle diverse fonti di energia e cenni storici sull’Enel e uno studio su possibili case eco compatibili. Per la Scuola Secondaria di 2°grado la giuria ha premiato le classi: 3^A e 5^E dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Alessandrini” di Teramo, insegnante Almerindo Capuani, per il progetto “Il Piezoelettrico: l’energia sconosciuta”: i ragazzi hanno presentato tre idee ed un brevetto per produrre energia da sistemi piezoelettrici installati su pedane, scalinate, pavimentazione stradale. Il progetto contiene anche una ricerca ragionata sulla possibilita’ di produrre energia con sistemi piezoelettrici in pneumatici di autoveicoli. L’idea e’ di “raccogliere” l’energia ovunque sia possibile, sfruttando fonti non ancora utilizzate. La Commissione ha inoltre assegnato 2 menzioni speciali che consentono l’accesso, insieme ai vincitori, alla selezione nazionale, alla classe 3° F della scuola primaria “G. Spataro” di Vasto, insegnanti Lina Del Vecchio e Lidia Camilla Vallarolo, per il progetto “PlayEnergy: Magnetismo che sorpresa!”, una pista per macchinine che sfrutta la forza magnetica, e alle classi prima, seconda e terza della scuola primaria di Alfedena, insegnante Rita di Ianni, per il cartellone-rebus “Sole Nel Mondo”. 

Print Friendly, PDF & Email