Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieTeramoTeramo: accordo con Corte d’Appello per 26 lavoratori

Teramo: accordo con Corte d’Appello per 26 lavoratori

 

Via libera, a partire dal prossimo 1 dicembre, all’impiego di 26 lavoratori in mobilità presso gli uffici giudiziari del territorio provinciale. È il contenuto della convenzione quadro firmata oggi all’Aquila dal presidente della Corte d’Appello, Augusto Pace,

dal Procuratore generale, Giuseppe Falcone, e dal Vicepresidente della Provincia di Teramo, Renato Rasicci, delegato dal Presidente Catarra, oggi a Bruxelles per la cerimonia del Patto europeo dei Sindaci. Con la sigla della convezione, la Corte d’Appello dell’Aquila accoglierà presso le strutture ricadenti nel suo distretto e dislocate sul territorio della provincia di Teramo, a titolo di tirocinanti, 26 lavoratori in mobilità, selezionati sulla base di un avviso e una graduatoria regionali. L’iniziativa, che rientra nell’ambito di un progetto sperimentale di utilizzo dei lavoratori in mobilità, percettori di ammortizzatori sociali, in attività socialmente utili (ex D. Lgs. 468/97), presso gli uffici giudiziari, su cui è stato già siglato un protocollo d’intesa tra la Regione e le quattro Province per la realizzazione del Piano operativo 2009/2011 nell’ambito del PO FSE Abruzzo 2007/2013, prevede l’impiego dei 26 lavoratori per un periodo di un anno, per 16 ore settimanali, con un’integrazione al reddito, rispetto all’indennità di mobilità ordinaria o in deroga già percepita, di 500 euro mensili. La Provincia di Teramo, quale soggetto promotore, assicura le attività formative e organizzative dei tirocini attraverso tutor. Al termine del percorso integrato, verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di certificazione delle competenze acquisite, dal momento che la finalità principale dell’iniziativa è proprio quella di favorire il reinserimento nel mercato del lavoro dei soggetti destinatari.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi